In piazza Statuto mercatino km0Aperitivo tra pesche e pomodori
Cultura e Spettacoli

In piazza Statuto mercatino km0
Aperitivo tra pesche e pomodori

Torna, da venerdì, l’appuntamento con i produttori astigiani, in piazza Statuto, già piazza delle Erbe, ad Asti. Nello specifico, si tratta di un gruppo di giovani produttori e aziende agricole,

Torna, da venerdì, l’appuntamento con i produttori astigiani, in piazza Statuto, già piazza delle Erbe, ad Asti. Nello specifico, si tratta di un gruppo di giovani produttori e aziende agricole, che, con entusiasmo, vogliono proporre agli astigiani e non, gusti forse dimenticati, come quelli delle De.Co della nostra città, tra cui la Pesca Limonina, il Pomodoro Cerrato, il Pum Marcum, i formaggi di pura capra o la mozzarella a km 0, i dolci alla Nocciola Piemonte, le conserve in vasetto, piante officinali e aromatiche. L’iniziativa si ripeterà tutti i venerdì mattina.

Non è tutto. Nelle prossime settimane, saranno realizzati laboratori didattici ed eventi, in collaborazione con l’assessorato all’Agricoltura e all’Istruzione del Comune di Asti. In particolare, l’inaugurazione di venerdì si terrà dalle 10 a mezzogiorno, con un ricco aperitivo offerto dalle aziende partecipanti. Ovvero: Azienda Agricola Agripassione, Azienda Agricola Bricco Civetta, Azienda Agricola Dorato Fabio, Azienda Agricola La Collina degli Ameri, Azienda Agricola Rosso Felice, Società Agricola Cooperativa L’Asinergia.

“Dopo il buon successo dello scorso anno – dichiara l’assessore comunale all’Agricoltura, Andrea Cerrato – torna il farmer market dei produttori astigiani: un modo per avvicinare il consumatore al produttore; riproporre i sapori della nostra terra; promuovere la filiera corta biologica e biodinamica; valorizzare l’importanza di una sana agricoltura, per il mantenimento e la salvaguardia dell’ambiente, delle coltivazioni autoctone, della biodiversità e dei prodotti tipici di stagione. Obiettivo dell’amministrazione – conclude l’assessore – è sia salvaguardare il ruolo degli agricoltori sul territorio, facendo tesoro del loro lavoro e aiutando i giovani a diventare imprenditori agricoli, sia agevolare il collegamento tra produttori e consumatori.”

Manuela Zoccola

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo