La Nuova Provincia > Cultura e spettacoli > Inaugurata “Universi Astratti”, personale del pittore Pablo T
Cultura e spettacoli Asti -

Inaugurata “Universi Astratti”, personale del pittore Pablo T

Mostra permanente nella sede della casa editrice Letteratura Alternativa

Inaugurata la personale di Pablo T

È stata inaugurata nei giorni scorsi, nella sede di Letteratura Alternativa in via Calosso 5, la personale del poliedrico Pablo T (Pablo Toussaint) intitolata “Universi Astratti”. Autore di successo, docente di scrittura creativa, titolare con la moglie Romina Tondo della casa editrice astigiana e affermato pittore, Toussaint ha già ricevuto in questo ambito importanti riconoscimenti tra cui il coefficiente di quotazione in dollari, che la prestigiosa galleria d’arte di Manhattan, la “White Space Chelsea”, gli ha assegnato selezionando la sua opera “Visioni” per un’esposizione oltreoceano da giugno ad agosto. «Tutto ciò si traduce in un importante trampolino di lancio – commenta Pablo Toussaint – e in un grande onore, visto che la galleria newyorkese, nata nel 1850, è tra le più importanti di Manhattan e in una valutazione di mercato ufficiale che verrà applicata ai miei lavori».

I riconoscimenti già ottenuti

Una mostra che rivela, anzi conferma, le mille attitudini di questo artista di origini italo-francesi e astigiano per amore, poeta, opinionista di autorevoli riviste letterarie estere, fondatore di movimenti culturali, pluripremiato per il suo romanzo “Verrà qualcuno a salvarti”, candidato, nel 2018 con “Ritratto borghese”, alla cinquina del prestigioso Premio Campiello, stesso titolo selezionato poi per il Salone Internazionale di Francoforte (il più importante Salone del libro a livello mondiale) dove viene riammesso nel 2019 con la nuova edizione di “Verrà qualcuno a salvarti”.
E poi pittore, sua prima passione ripresa un po’ per caso in questi ultimi anni e per cui, a luglio del 2019, ha ricevuto da una giuria (composta, tra gli altri, dai critici Vittorio Sgarbi e Sandro Serradifalco), la targa “Premio cultura e identità per l’opera pittorica “Silence”. Adesso, dopo il colorato e allegro periodo “tra cubismo e pop art” questo, dedicato al segmento astratto. Tele bellissime che catturano lo sguardo, confondono, piacciono. Quadri che emozionano, di cui vorresti circondarti «che per quanto mi riguarda – rivela Pablo – rappresentano una nuova ricerca e un ulteriore passo in avanti nella mia crescita artistica».
Astrattismo dunque, una pittura informale espressa con tecniche e stili diversi, acrilico, sgocciolature con vernici fluide, smalti, gesso. «Alcuni quadri presentano argomenti comuni e sono raggruppati in serie – spiega l’autore – come “Alfabeto greco”, “I 4 elementi”, “L’oltre” e “Minimalist”, altri sono a sé».
Intanto le tele astratte di Pablo T e qualche segmento di Pop Art saranno esposte in una sua personale a La Morra nella Chiesa Madre dal 1° al 15 luglio mentre altri, che verranno man mano sostituiti, rimarranno in questa mostra permanente in via Calosso 5 aperta dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 17.30.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente