La Nuova Provincia > Cultura e spettacoli > L’operetta protagonista al Teatro Alfieri
Cultura e spettacoli, Tempo liberoAsti -

L’operetta protagonista al Teatro Alfieri

Domenica 14 aprile "Il Conte di Lussemburgo" con regia di Augusto Grilli e musiche di Franz Lehár

Il Conte di Lussemburgo

Domenica 14 aprile, alle 16 al Teatro Alfieri, appuntamento fuori abbonamento con la Compagnia di Operette Alfafolies ne “Il Conte di Lussemburgo”, con regia di Augusto Grilli e musiche di Franz Lehár (libretto di M.A. Willner e R. Bodanzky, Coro Carmine Casciano, Balletto Alfaballett).

L’operetta

L’operetta è ambientata a Parigi. E’ carnevale e non manca la voglia di festeggiare anche a quell’allegra brigata formata da tanti giovani squattrinati che vivono a Montmartre. Fra loro c’è anche René, il Conte di Lussemburgo, tanto nobile quanto spiantato. In tale contesto al Conte viene fatta una proposta molto particolare. Il principe Basilio Basilowitsch è innamorato della bella Angela Didier, cantante dell’Opéra, ma non può sposarla per la grande differenza di condizione sociale. Basilio, in cambio di una forte somma di denaro, chiede al Conte di Lussemburgo di sposare la cantante per conferirle il titolo di Contessa, e divorziare tre mesi dopo rendendola disponibile ed adeguata alle nuove nozze…
“Il conte di Lussemburgo”, in scena quattro anni dopo “La vedova allegra”, è una caratteristica operetta viennese condotta secondo le regole del tenero, del patetico e del comico, che costituiscono gli elementi basilari del genere. Con “Il conte di Lussemburgo” nasce definitivamente la “coppia comica” (comico e soubrette) e su questo schema verranno forgiate tutte le altre operette, non solo di Lehár.

Biglietti

Biglietti: 15 euro platea, barcacce e palchi (ridotto 12 euro per abbonati stagione teatrale, soci Utea, possessori Kor Card e Tessera Plus Biblioteca Astense); 10 euro loggione (ridotto 8 euro).
Per informazioni e prenotazioni rivolgersi alla biglietteria del teatro, aperta oggi (venerdì) dalle 10.30 alle 16.30 e domenica 14 aprile a partire dalle 15 (0141/399057).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente