dav
Cultura e Spettacoli
Iniziativa

La Città di Alba si fa promotrice del “Patto locale per la lettura”

Potrà  essere sottoscritto da istituzioni pubbliche, istituzioni scolastiche e universitarie, librerie, associazioni culturali e di volontariato, fondazioni e altri enti operanti sul territorio

Nasce ad Alba il Patto locale per la lettura, un documento condiviso che riconosce nella lettura un diritto fondamentale per tutta la popolazione e che la considera come una competenza da diffondere nella comunità per promuovere lo sviluppo culturale ed economico e il benessere diffuso. I Patti locali per la lettura sono strumenti di governance riconosciuti dalla legge 15/2020 per la promozione e il sostegno della lettura e sono promossi dal Ministero della Cultura attraverso il Centro per il libro e la lettura, nell’ambito del progetto Città che legge.

La Città di Alba, attraverso la Biblioteca civica “G. Ferrero” si fa promotrice del Patto, che prevede la creazione di una rete di collaborazione permanente territoriale alfine di rafforzare e implementare le attività di diffusione della lettura già esistenti. Il Patto può  essere sottoscritto da istituzioni pubbliche, istituzioni scolastiche e universitarie, librerie, associazioni culturali e di volontariato, fondazioni e altri enti operanti sul territorio.

Attraverso il Patto viene istituito un tavolo di lavoro che verrà convocato periodicamente dal Comune di Alba e che si occuperà del coordinamento delle attività, delle iniziative e dei progetti finalizzati alla promozione della lettura in città.Per maggiori informazioni e/o per aderire al progetto è possibile contattare la Biblioteca civica alla mail biblioteca@comune.alba.cn.it o al numero 0173 292460.

 L’Assessore alla Cultura Carlotta Boffa dichiara: «Il Patto locale per la lettura è un documento prezioso che attesta il lavoro che negli anni è già stato fatto sia dalla nostra Biblioteca civica che dalle numerose realtà presenti in città e dedite alla promozione e alla diffusione della lettura tra la popolazione. Penso al lavoro delle librerie, delle scuole, delle associazioni culturali, e penso ai tanti eventi che vedono i libri protagonisti: dalle presentazioni letterarie fino alla Notte bianca delle librerie arrivata quest’anno alla undicesima edizione!

Grazie a questo ricco contesto di attività, Alba si fregia, dal 2017, della qualifica di “Città che legge”. Il Patto vuole soprattutto essere uno stimolo a fare rete e a dare vita a un coordinamento che aiuti a lavorare in sinergia affinché l’accesso alla lettura sia un diritto di tutti.».

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo