Cerca
Close this search box.
<img src="https://lanuovaprovincia.it/wp-content/uploads/elementor/thumbs/la-fattoria-di-orwellbrche-ha-vinto-scintille-56e693f5b5d0e1-nkihy1zx31s29lixde3qc7kg1xo0sx3ck5u0zjirgo.jpg" title="La fattoria di Orwell
che ha vinto Scintille" alt="La fattoria di Orwellche ha vinto Scintille" loading="lazy" />
Cultura e Spettacoli

La fattoria di Orwell
che ha vinto Scintille

Due spettacoli profondamente diversi inaugurano il 2015 dei teatri astigiani. Il primo sipario ad alzarsi è quello del Giraudi (ex chiesa di San Giuseppe, ingresso libero), che questa sera (venerdì)

Due spettacoli profondamente diversi inaugurano il 2015 dei teatri astigiani. Il primo sipario ad alzarsi è quello del Giraudi (ex chiesa di San Giuseppe, ingresso libero), che questa sera (venerdì) alle 21 ospita la prima nazionale di "Again / By now". Scritto e interpretato dalla compagnia ReSpirale Teatro, che lo scorso anno ad Asti Teatro ha vinto il concorso Scintille.

Sul palcoscenico i due attori bolognesi Giulia Olivari e Michele Pagliai, diretti da Veronica Capezzoli. «Berta e Boxer sono due figure incastonate in un'estetica da playmobil – spiegano gli attori – due vittime di una dittatura che li incatena a una dinamica assurda ed esasperante, due tasselli di un puzzle grottesco il cui disegno è la fine.» Il testo prende spunto da "La fattoria degli animali" di George Orwell, su cui ReSpirale Teatro ha affrontato una riflessione sul tema della rivoluzione, da cui sono nati i personaggi protagonisti. «Vittime del sistema che si sono scelti e del loro matrimonio, cercano di liberarsi ma si trovano puntualmente al punto di partenza della loro fine», aggiungono Pagliai e Capezzoli. I temi di fondo sono la solitudine, la dipendenza e la paura di cambiare, ma affrontati tramite un linguaggio leggero e un'ambientazione scarna.

Decisamente d'altro genere il primo appuntamento dell'anno al Teatro Alfieri, dopo il concerto di Capodanno dell'Orchestra Sinfonica. Sabato alle 21 la musica sarà quella della Tango Spleen Orchestra, che accompagnerà la compagnia di Yanina Quinones e Neri Piliu in una serata dedicata al tradizionale ballo argentino. Sul palco una pièce teatrale che aggiunge quadri narrativi sulla danza e le sue origini, dalle strade di Buenos Aires ai lustrini del palcoscenico. Platea e barcacce 25 euro, palchi 20, loggione 15. Da segnalare infime lo spettacolo dedicato alle famiglie nel cartellone di "Domeniche a teatro": l'11 gennaio alle 16 andrà in scena "Il fantasma di Canterville" con Barbara Bozzea, Angela Brusa e Cristiano Falconer, che cura anche la regia. Posto unico 5 euro, gratis per bambini sotto i 3 anni.

e.p.r.

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Le principali notizie di Asti e provincia direttamente su WhatsApp. Iscriviti al canale gratuito de La Nuova Provincia cliccando sul seguente link: https://whatsapp.com/channel/0029Va8jc2O0LKZAUYo2g63v

Scopri inoltre:

Edizione digitale