La Nuova Provincia > Cultura e spettacoli > La Ghironda in scena con la commedia alfieriana “Il Divorzio”
Cultura e spettacoli Asti -

La Ghironda in scena con la commedia alfieriana “Il Divorzio”

Il ricavato dello spettacolo sarà donato alle associazioni di volontariato We Care e Apri onlus

In scena La Ghironda

Sono andati esauriti i biglietti per la commedia di Vittorio Alfieri “Il Divorzio” che sarà nuovamente proposta (dopo la rappresentazione nella scorsa edizione di Asti Teatro) venerdì 24 gennaio alle 21 al Teatro Alfieri. Protagonista il Gruppo di teatro e musica “La Ghironda”.
Lo spettacolo rappresenta il prossimo appuntamento del cartellone di iniziative, in programma fino al 31 gennaio, coordinate dal Comune di Asti nella ricorrenza della nascita di Vittorio Alfieri.

Il commento dei promotori

«Le commedie alfieriane, meno note delle tragedie – spiegano da “La Ghironda” – rappresentano l’ultima fatica letteraria di Alfieri. In particolare “Il Divorzio” è definita la più realistica delle sei commedie, “tutta moderna ed italiana” come il poeta scrisse nel settembre del 1800».
E’ la satira di un matrimonio di interesse nel quale il contratto nuziale, secondo il costume del tempo, è circondato da tante clausole da lasciar libera la moglie da ogni soggezione al marito e da rendere il matrimonio apparente un vero divorzio.
«Il tono farsesco dell’Alfieri – continuano – è carico di significati morali, di aperti sdegni, di condanne di costume, di insofferenza verso una società che gli appare mediocre persino nel vizio, riflesso della decadenza degli ideali politici».
Il Gruppo “La Ghironda”, nello specifico, mette in scena la “stesura” in prosa dell’opera che anticipa la definitiva formulazione in versi.

Il risvolto benefico

Lo spettacolo è accompagnato a musiche eseguite dal vivo dal Gruppo stesso, diretto da Florio Michielon, che, in questa occasione, abbandona temporaneamente i consueti strumenti e melodie medioevali per proporre musiche dell’epoca.
L’evento, in collaborazione con il CrAsl 19 e il Cenacolo Alfieriano, è a scopo benefico. Il ricavato sarà infatti destinato a due associazioni di volontariato astigiane: We Care Onlus e Apri onlus (Associazione pro retinopatici e ipovedenti).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente