La "Sagra del blues" spegne4 candeline tra musica e sapori
Cultura e Spettacoli

La "Sagra del blues" spegne
4 candeline tra musica e sapori

Musica e buona cucina. Ottime cose entrambe. Meglio ancora se insieme. Deve essere stato questo, con buona probabilità, uno dei primi pensieri ad attraversare la mente degli organizzatori della

Musica e buona cucina. Ottime cose entrambe. Meglio ancora se insieme. Deve essere stato questo, con buona probabilità, uno dei primi pensieri ad attraversare la mente degli organizzatori della “Sagra del blues” che, a partire da questa sera e per il quarto anno consecutivo, torna in quel del Rifugio Valmanera (Località Valmanera 69, Asti) per una tre–giorni che gli amanti della “musica del Diavolo” e della buona tavola non possono farsi sfuggire. Un appuntamento composito al quale sono infatti affiancate altre due iniziative. Partiamo dall’aspetto musicale. A dare il via ai concerti sono, questa sera alle 20, gli astigiani Rubin Red (Manuel Costa alle percussioni, Nicolò Costa alla chitarra, Alessandro Grasso al basso e voce) e gli ospiti speciali Beppe Rosso, chitarrista astigiano, e Cinzia Carraturo, cantante cuneese.

La serata prosegue con una grande jam session fra gli allievi della scuola di musica “School of rock” (diretta da Beppe Rosso) e i torinesi Bonnie Situation, mentre alle 22.30 salgono sul palco Gabriel Delta And The Buenos Aires Blues Connection. Domani, alle 20.30, concerto degli olandesi Little Boogie Boy Band con una grande special guest direttamente da Miami: Dana Keys. Per la seconda parte della serata saranno sul palco, da Chicago, Fast Frank & The Hot Shout. Domenica si chiude con due concerti inframezzati dalla trasmissione della finale dei mondiali di calcio su due maxischermi allestiti ad hoc: Locomotion Blues Band, insieme a Jake Walker (da Manhattan, Usa) e Alessandra Turi, e la Dani Franchi Band. Alla kermesse sono affiancate due iniziative “slow”: la prima, curata dalla macelleria Bruno Carni (via Conte Verde 78), è “Meat & Blues”, selezione di ottime carni piemontesi da gustare tra un concerto e l’altro, magari accompagnate da vini e birre del territorio.

Ma sarà “slow” anche il rally–raduno dal titolo “La lumaca”, organizzato dal Club Citroen 2CV e Derivate Italia. Una competizione che, forte dello slogan “Slow blues, Slow Food, slow cars”, premierà il concorrente più lento a concludere il rally. I partecipanti saranno dotati di un braccialetto con codice a barre da “passare” a ogni fermata obbligatoria del tragitto (tra le quali la stessa Sagra del blues), un tragitto ideato sulla “Strada del vino” di Asti. Infine, per i più festaioli, sarà a disposizione la navetta “Taxi in blues”, iniziativa a scopo benefico che permetterà a chiunque desiderasse essere accompagnato a casa (e viceversa) di salire a bordo di un apposito mezzo di collegamento tra il centro di Asti e la location del festival. Info 328/9818884 o agli indirizzi mail jogriffi@tin.it e info@grifotrade.com

Luca Garrone

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo