paolo sernini
Cultura e Spettacoli
Martedì 12 aprile a Palazzo Cacherano

“L’anti-natura”, per il thriller psicologico di Sernini prima presentazione dal vivo nella sua Rocca d’Arazzo

Per scrivere il romanzo il giovane autore astigiano rimase chiuso dieci giorni in un monolocale senza tv, internet e telefono: a disposizione un pc e scorte di cibo razionate

Prima presentazione “dal vivo” martedì prossimo, 12 aprile, alle 21, a Palazzo Cacherano, sede del municipio di Rocca d’Arazzo, su iniziativa del Comune, per il libro “L’anti-natura” di Paolo Sernini, giovane psicologo astigiano. Per “raccontare” al pubblico in sala il suo romanzo, pubblicato nello scorso novembre (Albatros Il Filo), l’autore, classe 1998, ha scelto proprio il paese in cui è cresciuto. Ben accolto dal pubblico, “L’anti-natura” è un thriller psicologico che nasce da una domanda la cui risposta è tutt’altro che banale: una persona qualunque potrebbe uccidere? E, se sì, potrebbe giustificare il gesto al punto da desiderare di uccidere di nuovo? Per trovare risposta a questa domanda il lettore verrà immerso nella psiche del protagonista e, sotto forma di un flusso di coscienza,
leggerà, secondo per secondo, ogni suo pensiero per quattro giorni. Un libro, secondo la critica, ai limiti del disturbante per il realismo di cui è pervaso e che sarà in grado di mettere in discussione anche le più ferme convinzioni in fatto di bene e male, giusto e sbagliato, colpa e pena.

A caratterizzare il romanzo è anche l’unicità con la quale è stato scritto. Sernini, infatti, per potersi immergere a pieno nella narrazione, si fece chiudere in un monolocale per dieci giorni, senza televisione né cellulare né wi-fi, solo con un computer portatile a disposizione e le scorte di cibo razionate.

Modera l’incontro Aurora Faletti, critica e bookblogger, anche lei di origini rocchesi. Sarà presente alla serata anche l’illustratrice del romanzo Giulia Proietti. «Una serata evento, dunque, che si prospetta all’insegna dei giovani», sottolinea il sindaco di Rocca Laura Fontana. «Per tutta l’amministrazione comunale è un grande onore poter
annoverare fra i propri concittadini un ragazzo introspettivo, intraprendente e dinamico come Paolo Sernini. Una bella occasione, per la biblioteca, dopo la presentazione del libro di Gianfranco Miroglio, di ripartire questa volta però all’insegna di protagonisti di giovane età che fanno ben sperare per il futuro della cultura in questo paese – aggiunge il sindaco – Il calendario delle attività della biblioteca, che entro la fine dell’estate avrà una nuova sede, per il 2022 prevede una serie di eventi che spaziano dalla promozione alla lettura ai laboratori per bambini, al teatro».

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo