Gnesotto Beppe
Cultura e Spettacoli
Cartellone

Libreria Alberi d’Acqua, incontri con gli scrittori sotto le stelle

Al via domani la seconda edizione della rassegna “Il cortile dei lettori”: protagonisti sette autori, da Bruno Gambarotta ad Enrico Pandiani

Si intitola “Il cortile dei lettori – Serate con l’autore sotto le stelle” la rassegna promossa dalla libreria “Alberi d’Acqua” che prenderà il via mercoledì 1 giugno.
A presentare gli appuntamenti, nei giorni scorsi in conferenza stampa, il titolare Beppe Gnesotto.
«Dopo la prima edizione, un po’ improvvisata, del 2021 – ha spiegato – ho deciso di proporre nuovamente questa rassegna che ritengo possa essere di interesse per tutta la città. A differenza dell’anno scorso, quando gli incontri si sono tenuti in un cortile condominiale attiguo alla libreria, quest’anno mi appoggerò all’area esterna del circolo Way Assauto di corso Pietro Chiesa e, in un caso, al Polo universitario astigiano».

L’obiettivo

Sette gli appuntamenti in programma per la presentazione di altrettanti libri. «Non sono volumi legati da un tema o da un filo conduttore – ha specificato – sono semplicemente libri scritti da autori di qualità che ritengo possano far trascorrere al pubblico una piacevole serata. Come libreria indipendente ho sempre cercato di organizzare iniziative di vario tipo, dalle presentazioni di libri ai corsi per bambini, ma purtroppo la pandemia ha bloccato tutte queste attività. Speriamo ora di poter di nuovo tornare ad incontrarci e ad avere una vita sociale serena. In quest’ottica sono molto contento di aver avviato una collaborazione con il circolo Way Assauto, molto ricco di iniziative e attività».
Commenti positivi anche da parte del presidente del circolo, Piero Amerio, che ha sottolineato come «il circolo debba avere le porte aperte a sempre nuove convenzioni e iniziative».

Il calendario

La rassegna comincerà domani (mercoledì) con una sorta di anteprima: alle 21 la scrittrice Alice Basso presenterà il libro “Una stella senza luce” (Garzanti), un viaggio nella Torino degli anni Trenta quando la città era capitale del cinema italiano. Quindi, dopo alcuni giorni di pausa per il concomitante svolgimento del festival Passepartout, si riprenderà sabato 18 giugno alle 17.30 con Bruno Gambarotta che presenterà il suo ultimo romanzo “L’albero delle teste perdute” (Manni editori), libro dai toni leggeri che fa riflettere su marketing, politica e social media. Quindi, venerdì 24 giugno alle 17.30, l’autrice Cristina Rava, scrittrice ligure che ambienta i suoi noir nelle Langhe, presenterà “Il tessitore” (Nero Rizzoli).
Il mese successivo si continuerà con lo scrittore torinese Enrico Pandiani che – lunedì 4 luglio alle 21 – presenterà “Fuoco” (Nero Rizzoli), un mix tra azione, toni noir, fine umorismo per qualche ora di intelligente divertimento. Lunedì 11 luglio alle 21 sarà poi la volta di Paola Cereda e del suo ultimo libro “La figlia del ferro” (Giulio Perrone editore), ambientato all’Isola d’Elba nel 1943: un grido di dolore contro la guerra e le ingiustizie che travolgono le persone comuni. «La particolarità di questo incontro – ha sottolineato Gnesotto – è che a dialogare con l’autrice sarà il gruppo di lettura della libreria, che la scrittrice incontrerà già nel pomeriggio».
E ancora, lunedì 18 luglio alle 21 il “veterinario dei ricci” Massimo Vacchetta presenterà “Raccontami qualcosa di bello” (Sperling & Kupfer).
Questi incontri si svolgeranno nel cortile del circolo Way Assauto, in corso Pietro Chiesa, mentre l’ultimo, giovedì 28 luglio alle 18, si terrà al Polo universitario di piazzale De André. Protagonista la scrittrice Enrica Tesio con “Tutta la stanchezza del mondo” (Bompiani).
Ogni incontro, ad ingresso libero, sarà preceduto da un apericena a pagamento. In entrambi i casi è necessaria la prenotazione allo 0141 556270 o scrivendo a alberidacqua@libero.it.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo