Matite, pennelli e la firma di PennacI cartoni sopravvivono ai tempi del digitale
Cultura e Spettacoli

Matite, pennelli e la firma di Pennac
I cartoni sopravvivono ai tempi del digitale

C’è ancora posto per l’animazione tradizionale, nel cinema del XXI secolo? Quando nel 1995 uscì Toy Story, il primo lungometraggio interamente in computer grafica, i cartoni animati erano ancora

C’è ancora posto per l’animazione tradizionale, nel cinema del XXI secolo? Quando nel 1995 uscì Toy Story, il primo lungometraggio interamente in computer grafica, i cartoni animati erano ancora la regola: Pocahontas, Il gobbo di Notre Dame ed Hercules, tutti prodotti dalla Disney, uscirono tutti in quegli anni. Con Z la formica, realizzato dalla Dreamworks nel 1998, la tendenza era ormai segnata. Il digitale sarebbe stato il futuro dell’animazione, per lo meno nelle grandi produzioni destinate a sbancare i botteghini.

A fianco di tecniche di nicchia come quelle usate da Tim Burton per film come La sposa cadavere, sopravvive comunque un cinema di nicchia che non disdegna matita e pennelli. Ne sono un esempio i lavori di Sylvain Chomet, Appuntamento a Belleville e L’illusionista, raffinate pellicole realizzate con i mezzi tradizionali che hanno contraddistinto l’epoca d’oro della produzione Disney. In questo solco si pone anche Ernest & Celestine, diretto da un trio di registi francesi e tratto dai libri illustrati di Gabrielle Vincent.

Chi da piccolo ha sfogliato questi volumi ricorderà i protagonisti, l’orso Ernest e la topolina Celestine, che nella trasposizione cinematografica si incontrano per la prima volta. Clown e musicista lui, aspirante pittrice lei, tra i due nasce una sincera amicizia nonostante tra orsi e topi, solitamente, non scorra buon sangue. Lo stile grafico della Vincent è stato riprodotto con cura, mentre la sceneggiatura è stata scritta niente meno che da Daniel Pennac.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo