Natale, luminarie e animazioneMercatini e corse di Babbi Natale
Cultura e Spettacoli

Natale, luminarie e animazione
Mercatini e corse di Babbi Natale

Bancarelle con articoli natalizi, mercato dei prodotti tipici, casette della cioccolata calda e del vin brulé, corsa dei Babbi Natale, e tante luminarie. E' solo un "assaggio" del denso

Bancarelle con articoli natalizi, mercato dei prodotti tipici, casette della cioccolata calda e del vin brulé, corsa dei Babbi Natale, e tante luminarie. E' solo un "assaggio" del denso calendario di appuntamenti che animerà la città dal 6 dicembre fal 22 dicembre. Ad illustrare le iniziative, ieri (giovedì) in conferenza stampa, i promotori del cartellone: le associazioni di categoria Ascom Confcommercio e Confartigianato, Comune, Cassa di Risparmio di Asti e relativa Fondazione, Camera di Commercio. Obiettivo dell'iniziativa è ravvivare e abbellire la città in occasione delle Festività natalizie, concentrando gli sforzi in un unico progetto a sostegno del commercio e dell'artigianato in un periodo di forte crisi economica.

Ma cosa prevede il progetto? Innanzitutto un potenziamento delle luminarie: verranno installati 350 impianti in gran parte della città, a partire dalle vie di accesso fino al centro, tutti uguali ed esclusivamente a Led, con allacciamento alla rete di illuminazione pubblica per consentire l'ottimizzazione dell'utilizzo dell'energia tra luminarie e punti luce tradizionali (lampioni). Anche perché, a differenza del passato, il costo sarà esclusivamente a carico degli organizzatori, in quanto non saranno chiesti contributi ai commercianti. Quindi, nei fine settimana del 6/8 dicembre, 13/15 dicembre, 20/22 dicembre, in piazza San Secondo, si terrà la Cittadella del Natale (il venerdì dalle 15 alle 22.30, il sabato dalle 9 alle 22.30, la domenica dalle 9 alle 22.30). Saranno presenti 20 casette in legno che proporranno articoli natalizi; prevista anche la partecipazione di diversi Comitati Palio.

Negli stessi giorni saranno aperte alcune Casette della cioccolata calda e del vin brulé, dislocate nel centro città, in collaborazione rispettivamente con gli artigiani astigiani e l'associazione Bersaglieri che, nel 2014, organizzerà ad Asti il raduno. Il weekend dal 13 al 15 dicembre, poi, vedrà anche il Mercato del tipico italiano in collaborazione con Fiva Confcommercio, con oltre 30 espositori che proporranno eccellenze enogastronomiche in via Cavour e piazza Statuto (venerdì dalle 8 alle 22.30, sabato dalle 8 alle 20, domenica dalle 8 alle 19.30). E ancora, domenica 22 dicembre si aggiungeranno, nel centro città, la Corsa dei Babbi Natale, il mercato ambulante straodinario, il Mercatino di Natale, le bancarelle dell'antiquariato, la manifestazione de "Le Creative". Per tutta la durata del cartellone, poi, i negozi sfitti in centro città saranno puliti e messi a disposizione di chi vorrà fare pubblicità della propria attività, anche se ha sede in provincia e non nella città di Asti, grazie alla collaborazione nata tra gli organizzatori e la Federazione degli agenti immobiliari.

Da ricordare, infine, che in tutti questi fine settimana, sempre nel centro città, passeggeranno Babbi Natale che regaleranno caramelle ai bambini. «Il cartellone delle iniziative – ha spiegato Mario Sacco, presidente della Camera di Commercio – è stato realizzato con uno sforzo economico non indifferente da parte degli organizzatori, per sostenere in modo concreto le attività commerciali e artigianali. L'unica cosa che chiediamo è che i commercianti tengano maggiormente aperti i negozi e le vetrine illuminate».

I costi del progetto così distribuiti: Comune (15mila euro), Camera di Commercio (35.500 euro, pari ai contributi assegnati nel 2013, con pari cifra, ad Ascom e Confartigianato, che li hanno investiti nel progetto), Fondazione CrAsti (15mila euro), CrAsti (illuminazione delle rotatorie cittadine sponsorizzate dalla banca). «E' un lavoro di squadra – ha affermato Brignolo – che ha due obiettivi: favorire lo shopping degli Astigiani in città e attirare gente ad Asti da fuori provincia. Un primo passo con cui abbiamo posto le basi per ripetere e migliorare l'iniziativa in futuro». E mentre Biagio Riccio, presidente di Confartigianato, ha sottolineato che «questo cartellone vuole dare risposte concrete agli associati», il presidente di Ascom Aldo Pia ha sottolineato come questo progetto «mette insieme le risorse per contrastare la crisi economica, all'insegna di un Natale molto illuminato e partecipato dagli operatori».
Al cartellone di eventi ha assicurato la partecipazione anche il comitato di quartiere di San Pietro.

Elisa Ferrando

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale