Nella “Casa in collina” dove il teatro si fa convivio
Cultura e Spettacoli

Nella “Casa in collina” dove il teatro si fa convivio

Tre giorni di teatro e convivio. E’ semplice ma suggestiva la formula proposta dalla mini rassegna La casa in collina a Castagnole Monferrato

Tre giorni di teatro e convivio. E’ semplice ma suggestiva la formula proposta dalla mini rassegna La casa in collina che la Casa degli Alfieri di Castagnole Monferrato (località Bertolina 1) organizza per il fine settimana aprendo al pubblico le porte della sua struttura e del suo giardino dove, oltre ad alcune incursioni musicali a sorpresa, sarà ospitata un’installazione botanica di Maurizio Agostinetto.

Il via venerdì alle 21 con il nuovo spettacolo di Lorenza Zambon “94 passi in giardino”, racconto intimo e visionario di un luogo molto amato: un giardino ormai maturo che rivela i suoi segreti più profondi. Dopo il recital possibilità di intrattenersi sotto le stelle fra calici e parole.

Sabato la giornata inizia nel primo pomeriggio con un incontro di orticoltura creativa tenuto da Dario Boldrini, presenza fissa della trasmissione tv Geo&Geo in cui conduce una rubrica di orto-consigli, idee non convenzionali e spesso “artistiche” sugli orti. Dopo l’incontro, spazio alla replica di “94 passi in giardino”, poi cena a buffet e, per concludere la serata, l’attore Pino Petruzzelli del Teatro Ipotesi di Genova porta in scena “Con il cielo e le selve”, spettacolo che segue le orme ideali di Mario Rigoni Stern sui sentieri dei monti e degli altipiani incontaminati dove il grande scrittore amava camminare in silenzio.

La giornata di domenica si apre alle 9.30 e prosegue fino alle 16.30 con il seminario “Armonici con la voce, suoni per comunicare con i chakra” di Giorgio Lombardi (costo 50 euro, info Paola 333/4909129), un percorso aperto a tutti e in particolare a terapisti, insegnanti, attori, cantanti e a coloro che parlano in pubblico.

Nel pomeriggio il nuovo spettacolo di Antonio Catalano “Quattro passi. Piccole passeggiate per sgranchirsi l’anima”, viaggio iniziatico di un camminatore di nome Paolino del quale il narratore non svela nulla se non il desiderio di viaggiare, pensare e ripensare e dialogare con chiunque incontri – grilli, foglie, anatre, nuvole, montagne, vento – imparando la lingua e i sogni di ciascuno.

A seguire, prima del classico convivio con cena a buffet, lo spettacolo “Groppi d’amore nella scuraglia” con Emanuele Arrigazzi liberamente tratto dal libro di Tiziano Scarpa. Ingressi 5 euro a giornata con cena a buffet a 12 euro. Info 0141/292583 o sui siti www.casadeglialfieri.it e www.universisensibili.it

Luca Garrone

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo