Piercarlo Albertazzi lascia "Slow Food"
Cultura e Spettacoli

Piercarlo Albertazzi lascia "Slow Food"

Il fiduciario uscente della condotta Slow Food Colline Nicesi "Tullio Mussa" Piercarlo Albertazzi, a seguito dell'annunciata fusione con la condotta astigiana (che conserverà però il

Il fiduciario uscente della condotta Slow Food Colline Nicesi "Tullio Mussa" Piercarlo Albertazzi, a seguito dell'annunciata fusione con la condotta astigiana (che conserverà però il nome del patriarca nicese), commenta e saluta: «Quando circa 6 anni or sono mi è stato proposto di fare il fiduciario, al posto di Tullio che ci aveva lasciato, l'idea mi ha spaventato molto in quanto l'eredità da raccogliere era parecchio pesante, ma ho accettato con entusiasmo. In questi sei anni ho cercato di proseguire sulla strada da Lui tracciata, seguendo gli insegnamenti appresi tutte le volte che ci si incontrava, prevalentemente a tavola e con sempre presente una immancabile bottiglia di buona Barbera. L'amicizia con Tullio, in primis, e il credo in certi valori mi sono stati da sprone per cercare di svolgere un buon lavoro come fiduciario e devo dire, in tutta onestà, che ritengo di esserci riuscito».

Albertazzi ricorda le molte iniziative intraprese e specifica: «Le nuove regole datesi da Slow Food prevedono che le figure di riferimento non possano avere più di due mandati della durata di 4 anni ciascuno. A breve quindi si sarebbe posto anche il problema di trovare un nuovo fiduciario per la nostra condotta, figura questa che malgrado le ricerche fatte tra i soci, circa 60, non ha trovato candidati (…)».

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo