La Nuova Provincia > Cultura e spettacoli > Passepartout Festival, arriva il concorso “Parole in bottiglia”
Cultura e spettacoli Asti Canelli e sud -

Passepartout Festival, arriva il concorso “Parole in bottiglia”

Promosso in collaborazione con Bosca Spumanti di Canelli, premierà racconti brevi e poesie inviati entro il 14 agosto

Ecco il concorso “Parole in bottiglia”

Il Festival Passepartout, in programma dal 3 all’11 ottobre al Palco 19 di Asti, sarà caratterizzato da una novità. Parliamo del concorso “Parole in bottiglia”, dedicato a scrittori e poeti di tutte le età e realizzato in collaborazione con Bosca Spumanti di Canelli.
L’iniziativa nasce sull’onda del successo dell’appuntamento letterario settimanale dedicato all’Alfabeto della bellezza, ideato e condotto dall’attrice Chiara Buratti, che nei mesi scorsi si poteva seguire in diretta sulle pagine Facebook della Biblioteca Astense e di Passepartout Festival. L’idea è quella di raccogliere dei piccoli “messaggi in bottiglia” letterari e veicolarli anche grazie ad internet.

Come partecipare

Per partecipare al concorso bisogna inviare una poesia (massimo 30 versi) o un racconto breve (massimo 2mila caratteri spazi inclusi) incentrati sul tema dell’edizione 2020 di Passepartout, ovvero “il Proibito”, all’indirizzo paroleinbottiglia@passepartoutfestival.it. Ogni scrittore potrà inviare al massimo 2 poesie o 2 racconti brevi, inediti e liberi da vincoli editoriali, entro e non oltre il 14 agosto (il materiale che non rispetterà queste indicazioni non sarà tenuto in considerazione).

La selezione

I testi verranno valutati da una giuria di qualità che sceglierà 15 testi finalisti per la sezione poesia e 15 per la sezione racconti. Le 30 opere selezionate verranno lette da Chiara Buratti durante cinque appuntamenti settimanali online sulle pagine Facebook della Biblioteca e di Passepartout Festival, in una sorta di prolungamento dell’iniziativa “Alfabeto della bellezza”.
Gli appuntamenti on line si terranno tra il 29 agosto e il 26 settembre ogni sabato alle 17, quando verranno lette 3 poesie e 3 racconti a puntata.
Anche il pubblico avrà un ruolo importante, perché potrà contribuire per il 50% alla designazione dei vincitori, votando ogni settimana sui social. A decretare i 6 vincitori – tre per la categoria poesia e tre per la categoria racconti brevi – sarà quindi per il 50% la giuria di qualità e per l’altro 50% il pubblico. In occasione di sei serate del festival, prima degli incontri in calendario verrà letto sul palco da Chiara Buratti un testo vincitore, lettura accompagnata dalla consegna del premio. Premio che consisterà in una speciale “bottiglia letteraria” realizzata da Bosca Spumanti (azienda sostenitrice del concorso e del festival). Ogni poesia e racconto sarà infatti riprodotto su una bottiglia realizzata ad hoc che costituirà una copia unica e da collezione.
Per informazioni: www.passepartoutfestival.it.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente