La Nuova Provincia > Cultura e spettacoli > Passepartout: sul palco Piergiorgio Odifreddi, Sergio Romano e Antonello Piroso

Passepartout: sul palco Piergiorgio Odifreddi, Sergio Romano e Antonello Piroso

Secondo (e ultimo) fine settimana di incontri del festival intitolato “1969 - 2019: vogliamo la Luna”

Festival Passepartout

Secondo (e ultimo) fine settimana in compagnia degli incontri del Festival Passepartout, intitolato “1969 – 2019: vogliamo la Luna”.
Organizzato dalla Biblioteca Astense Giorgio Faletti con l’appoggio della Comune di Asti e della Regione Piemonte, ha la direzione scientifica di Alberto Sinigaglia, presidente dell’Ordine dei giornalisti del Piemonte.
Il meccanismo su cui si basa è quello di porre a confronto l’anno in corso con un anno della storia – questa volta il 1969 – nel quale si riconoscano analogie utili a capire il presente e ad intuire il futuro, con l’aiuto dei maggiori storici, scienziati, giornalisti e scrittori del panorama nazionale, presentati dalla presidente della Biblioteca Roberta Bellesini.
Vediamo, quindi, i relatori ospiti delle ultime tre giornate.

Gli appuntamenti

Stasera (venerdì), alle 18 al Palco 19 di via dell’Ospedale, Monica Mana e Martina Costa saranno protagoniste dell’incontro “Solinga, eterna, peregrina”. Si tratta di un appuntamento “poetico-lunare” a cura dell’Arcoscenico – Casa del Teatro 3. Le attrici saranno affiancate dalla fondatrice dell’associazione L’Arcoscenico, Ileana Spalla, per un recital di brani dedicati alla luna, da Saffo ad Alda Merini.
A seguire, alle 21 nel cortile della Biblioteca Astense (ingresso da piazza Castigliano), il noto matematico, logico e saggista Piergiorgio Odifreddi terrà l’incontro “Dalla terra alla luna: 1865-1969”.
Domani (sabato), alle 11 al Palco 19, l’ambasciatore Sergio Romano, protagonista storico di Passepartout, terrà l’incontro “Dalla guerra fredda alle guerre spaziali”.
Alle 18, nel cortile della Biblioteca Astense, Ernesto Ferrero parlerà di “Ranocchi sulla luna e altre avventure della conoscenza raccontate da Primo Levi”. Oltre che scrittore, Ferrero ha ricoperto posizioni di vertice in diverse case editrici italiane e ha diretto il Salone internazionale del libro di Torino dal 1998 al 2016.
Alle 21 nel cortile della Biblioteca il giornalista e conduttore televisivo Antonello Piroso terrà una “lectio” dal singolare titolo “AdrenaLuna”.
Infine domenica 9 giugno, alle 11 al Palco 19, l’ingegnere Maria Antonietta Perino, dal 1986 presso la Thales Alania Space di Torino, terrà l’incontro “L’uomo nello spazio: dalla Stazione Spaziale a Luna e Marte”.
Alle 18 presso la Biblioteca Astense il fisico Roberto Battiston terrà l’incontro “L’esplorazione umana dello spazio: limiti e prospettive”.
Alle 21 presso la Biblioteca Astense l’antropologo Francesco Remotti parlerà de “La luna tra mitologia e tecnologia: dalla contemplazione alla conquista”.
Tutti gli incontri sono ad ingresso libero fino ad esaurimento dei posti disponibili. I possessori della tessera gold della Biblioteca Astense avranno i posti riservati previa prenotazione telefonica per ogni evento. In caso di maltempo gli incontri previsti nel cortile della Biblioteca Astense (ingresso da piazza Castigliano) si terranno al Palco 19 (via dell’Ospedale).

Le mostre

Da ricordare che al festival sono abbinate tre mostre, visitabili fino a domenica 9 giugno. La prima, “Dalla matita alla luna”, realizzata in collaborazione con la Scuola di Fumetto del Comune di Asti, è allestita nel foyer del Palco 19, in via Ospedale, dove sono esposte per tutta la durata del festival le tavole dei fumettisti Sergio Ponchione, Andrea Broccardo e Barbara Nosenzo.
La seconda è allestita all’interno dell’agenzia viaggi Cala Major (via Brofferio 74). Intitolata “La luna e noi”, è un’esposizione incentrata sul lato fantastico sul desiderio dell’umanità, dal 180 d.c. al 1969, di raggiungere il satellite. Comprende edizioni antiche di romanzi a soggetto lunare, manifesti, fumetti, spartiti musicali e rarissimi piatti di inizio ‘900 raffiguranti aerei che vanno verso la luna. Tutti i documenti fanno parte della collezione privata del conte Piero Gondolo Della Riva di Torino. La mostra è aperta tutti i giorni dalle 10 alle 18.
Infine la terza mostra, visitabile tutti i giorni dalle 16.30 alle 20.30 a Palazzo Ottolenghi, in corso Alfieri 350. Intitolata “Arte a Passepartout en hiver”, è curata da Marisa Garramone. Comprende le opere dei pittori che hanno partecipato alle edizioni del festival invernale dal 2012 al 2019.

La sfilata di moda

Infine, come già avvenuto in appendice alle due passate edizioni, Passepartout ospiterà, lunedì 10 giugno alle 21 nel cortile della Biblioteca Astense, la tradizionale sfilata di fine anno curata dal corso Moda e abbigliamento dell’istituto superiore Castigliano. Verranno proposte creazioni di abiti e accessori realizzati dalle studentesse del corso e ispirati al tema del festival di quest’anno, rivisitato più volte dal mondo della moda a partire dagli anni Sessanta.
In concomitanza con gli incontri del festival sarà possibile partecipare su Facebook e Instagram a un concorso che premierà le foto e le frasi più suggestive ispirate alla Luna con tessere plus della Biblioteca Astense e libri.
Per maggiori dettagli: www.facebook.com/PassepartoutFestival e www.instagram.com/passepartout_festival.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente