Graglia Enrico 2
Cultura e Spettacoli
Narrativa

Premiato il racconto “Figlio del tuono” di Enrico Graglia

Lo scrittore astigiano: “Nel 2022 è prevista l’uscita del mio secondo romanzo, di genere fantastico e con tematiche affini a quello d’esordio”

Da sempre Enrico Graglia, laureato in legge, nato a Torino ma astigiano d’adozione, coltiva due passioni: la lettura e la scrittura.
E proprio quest’ultima gli sta dando soddisfazione. Premiato per “Il Cerchio di Pietre”, il suo romanzo d’esordio di genere fantasy-horror edito da goWare che, nel 2019, ha vinto il memorial Vallavanti Rondoni, il giovane autore torna ora sul podio in occasione della 61esima edizione di NeroPremio, un concorso letterario riservato a racconti in lingua italiana di genere horror, thriller e fantastico, diventato punto di riferimento nel settore.
Un appuntamento che ogni anno vede una sempre più vasta partecipazione di concorrenti e che, nel tempo, ha premiato autori che stanno lasciando un segno nel panorama del fantastico italiano.

Il racconto e il secondo romanzo

“Figlio del tuono” è il titolo del racconto di Graglia che, per la prima volta partecipava a questo concorso. «Sapevo che la storia da me proposta era buona – commenta lo scrittore – ma non mi aspettavo di vincere, è stata una graditissima sorpresa e un segnale positivo per la mia carriera».
“Figlio del tuono” ha una trama che lo stesso autore definisce kinghiana. «Narra di un uomo che, alla guida di una moto, precede una tempesta, un racconto che evoca un’atmosfera apocalittica – sottolinea Graglia – e che si inserisce nello stesso filone narrativo del romanzo “Il Cerchio di Pietre” di genere fantastico a tinte cupe».
Verso fine anno “Figlio del tuono” andrà a far parte di un’antologia, pubblicata da Silele Edizioni, che raccoglierà i migliori racconti del 2021 di NeroPremio. «Ideale apripista per il mio secondo romanzo – conclude – di genere fantastico e con tematiche affini al precedente, la cui pubblicazione è prevista per il 2022».

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo