Quelle anime nere in sala con Vertigo
Cultura e Spettacoli

Quelle anime nere in sala con Vertigo

Inizia con uno sguardo lucido sulla criminalità organizzata la rassegna Cinema senza frontiere – I diritti negati, da oggi ogni martedì in Sala Pastrone. Un cartellone, quello curato dal circolo

Inizia con uno sguardo lucido sulla criminalità organizzata la rassegna Cinema senza frontiere – I diritti negati, da oggi ogni martedì in Sala Pastrone. Un cartellone, quello curato dal circolo Vertigo, che porta ad Asti il meglio dei festival internazionali per affrontare temi di strettissima attualità. Primo film in programma è “Anime nere” (spettacoli alle 17.30, 21.15), diretto da Francesco Munzi, vincitore lo scorso anno di ben nove David di Donatello. Una pellicola sui lunghi tentacoli della ‘ndrangheta, stesi dall’Olanda a Milano a Reggio Calabria, di cui sono protagonisti tre fratelli che vivono in modo differente l’appartenenza a un clan.

La rassegna proseguirà con “Due giorni, una notte” di Jean-Pierre e Luc Dardenne (20/10), “Selma – La strada per la libertà” di Ava Duvernay (27/10), “Timbuktu” di Abderrahmane Sissako (3/11), “E’ arrivata mia figlia” di Anna Muylaert (10/11), “Class Enemy” di Rob Bicek (17/11), “Diamante Nero” di Céline Sciamma (24/11), “Bota Cafè” di Iris Elezi e Thomas Logoreci (1/12), “Vulcano” di Jayro Bustamante (8/12), “Leviathan” di Andrey Zvyagintsev (15/12). Nel frattempo in Sala Pastrone è iniziato il ciclo di film dedicato ai più piccoli, La fabbrica di cioccolato. Ogni sabato pomeriggio una pellicola d’animazione o una commedia adatta a un pubblico di giovanissimi, questa settimana si prosegue con il divertente “Asterix e il regno degli dei”.

La sala cinematografica sotto il Teatro Alfieri aderirà inoltre a Cinemadays, l’iniziativa delle associazioni di categoria che da stasera e fino a giovedì apre al pubbliche le sale italiane al prezzo ridotto di 3 euro.

e.p.r.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale