Parco d'Arte Quarelli di Roccaverano
Cultura e Spettacoli
iniziativa

Questo weekend continua la rassegna “Castelli Aperti”

Diverse le possibilità di visita nell’Astigiano, dalla Torre dei Segnali a Viarigi al Parco d’arte Quarelli a Roccaverano

Nuovo appuntamento, domani (domenica) e lunedì 25 aprile, con “Castelli Aperti”, la tradizionale rassegna che prevede l’apertura dalla primavera all’autunno di circa 80 tra dimore storiche, musei, palazzi, giardini e torri in tutto il Piemonte.
Giunta alla 27esima edizione, avrà una cadenza settimanale di domenica in domenica fino al 1° novembre. Per i visitatori che vorranno soggiornare nelle dimore storiche del circuito, la rassegna seleziona inoltre alcune residenze d’epoca per organizzare una vacanza su misura.

Le visite questo weekend nell’Astigiano

Per quanto riguarda questo weekend, tra domenica 24 e lunedì 25 aprile in provincia di Asti saranno visitabili: la Torre del Conte Ballada di Saint Robert a Castagnole Lanze (visite su prenotazione; per informazioni e prenotazioni: 339 7188237; assoc.torreballada@gmail.com), l’area del Castello di Castelnuovo Calcea (accesso libero e gratuito dalle 10 alle 19; per nformazioni: 0141 957125; 347 0834805; info@comune.castelnuovocalcea.at.it), la Torre dei Segnali di Viarigi (aperta su prenotazione dalle 15.30 alle 18.30; info e prenotazioni 331 1531242, +39 0141 611050; sindaco@comune.viarigi.at.it).
E ancora il torrione e i camminamenti a Moncalvo (domenica 24 aprile dalle 10 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 17.30, info: 388 6466361, 0141 917505, info@prolocomoncalvo.it), la Torre del Campanon a Moncalvo (domenica 24 aprile dalle 10.30 alle 12.30  e dalle 16 alle 18).
il Parco D’arte Quarelli a Roccaverano (sabato 23 e domenica 24 aprile) e il Castello di Rorà a Costigliole (ingresso libero alla mostra “Fragments of life” dalle 10.30 alle 12.30 e dalle 15 alle 19,  info 338/8300244 solo WhatsApp).
Per ulteriori informazioni: http://www.castelliaperti.it. 

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo