La Nuova Provincia > Cultura e spettacoli > Razzismo e sovranismo: nuovo corso per docenti a cura dell’Israt

Razzismo e sovranismo: nuovo corso per docenti a cura dell’Israt

In programma dall'8 al 29 novembre, sarà aperto alla cittadinanza

Corso di formazione per docenti

L’Israt mette in cantiere un nuovo corso di aggiornamento per insegnanti aperto alla cittadinanza. In programma tre incontri, dall’8 al 29 novembre, per approfondire un tema di stretta attualità.
Intitolato “Identità, sovranismo, razzismo: le radici culturali della xenofobia nella società contemporanea“, il percorso è stato voluto in collaborazione con il Centro provinciale di istruzione adulti (Cpia) e con l’Istituto nazionale Ferruccio Parri.
“Negli ultimi vent’anni, e con un’accelerazione successiva alla crisi economica dell’ultimo decennio – spiegano i promotori del corso – si è assistito, nel mondo occidentale, alla diffusione di nuove forme di razzismo nel linguaggio, nei comportamenti e nella politica. Si parla quindi di neo-razzismo per definire un insieme di teorie e di pratiche che estremizzano le differenze etniche e culturali fra gruppi di persone allo scopo di dimostrare l’impossibilità della convivenza”.

Il programma

La prima lezione si terrà venerdì 8 novembre, dal titolo “Nuovi e vecchi razzismi: dalla gerarchia delle razze alle differenze”. Interverrà lo storico Francesco Germinario. A seguire, il 20 novembre, l’incontro “Realtà e rappresentazioni dei fenomeni migratori: stereotipi, luoghi comuni, paure”; a parlarne Franco Valenti, presidente della Fondazione Guido Piccini. Infine il 29 novembre Alberto Perduca, procuratore della Repubblica di Asti, approfondirà la legislazione nazionale sulle immigrazioni.
Gli incontri si svolgeranno dalle 15 alle 18 presso la sede del Cpia, in piazza Leonardo da Vinci 22.
La chiusura delle iscrizioni sarà mercoledì 6 novembre. Potranno aderire i docenti di ogni ordine e grado. La quota di partecipazione al corso è di 30 euro (gratuito per i docenti non di ruolo e per i cittadini).
Per informazioni: 0141.354835.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente