«Salve, siamo i Miller!»Una finta famiglia per lo spacciatore
Cultura e Spettacoli

«Salve, siamo i Miller!»
Una finta famiglia per lo spacciatore

«Se qualcuno lo chiede, noi siamo i Miller», è l’ammonimento dello spacciatore David Clark alla sua finta famiglia, appena prima di attraversare la dogana tra Stati Uniti e Messico. Per capirci

«Se qualcuno lo chiede, noi siamo i Miller», è l’ammonimento dello spacciatore David Clark alla sua finta famiglia, appena prima di attraversare la dogana tra Stati Uniti e Messico. Per capirci qualcosa, forse occorre un passo indietro. “We’re the Millers” è il titolo originale di questa commedia che i distributori italiani hanno deciso di proporre al pubblico con il discutibile titolo “Come ti spaccio la famiglia”.
Accolto dalla critica d’oltreoceano con recensioni discordanti, ha comunque ottenuto un notevole successo al botteghino e non è da escludere che anche nel Belpaese riesca a fare il botto, del resto il fascino pop di Jennifer Aniston – l’unico nome noto del cast – potrebbe convincere una buona fetta di pubblico. Ma chi sono i Miller? E perché sono una famiglia finta? David, si diceva, è uno spacciatore da quattro soldi che un giorno viene derubato di soldi e stupefacenti. Tutta roba di proprietà del suo fornitore, un tipo poco raccomandabile che lo costringe a ripagare il debito facendo da corriere tra il Messico e gli Stati Uniti.
Ma un uomo solo che attraversa il confine potrebbe insospettire i doganieri, così David decide di organizzare una messinscena per mascherare i propri intenti agli occhi degli agenti: cosa c’è di più innocente di una famiglia media americana, in vacanza con il camper? Lo spacciatore arruola così una spogliarellista per recitare il ruolo della moglie e due sbandati come improbabili figli. Funzionerà? L’importante è sorridere: «Salve, siamo i Miller!»

Come ti spaccio la famiglia
Di Rawson Marshall Thurber con Jennifer Aniston, Jason Sudeikis, Emma Roberts
Usa 2013, commedia, 110’

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo