Cerca
Close this search box.
Celle Irene sito
Cultura e Spettacoli
Rassegna

Settimana clou per il festival Asti Lirica con quattro appuntamenti

Mercoledì un tuffo nella musica barocca e sacra al Battistero di San Pietro, quindi spazio ai Carmina Burana e all’operetta “La vedova allegra”

Settimana clou per il festival Asti Lirica, che terminerà il 17 settembre, con quattro appuntamenti in pochi giorni.
Domani (mercoledì) è in programma un tuffo nella musica barocca e sacra con un doppio appuntamento nel complesso del Battistero di San Pietro, che verrà illuminato per l’occasione da numerose candele. Il soprano Chiara Pontoriero e il controtenore Gustavo Argandoña saranno protagonisti, alle 21, del concerto barocco “Tra sospiri e furori d’amore”, con pagine che vanno da Monteverdi ad Händel, quindi dall’accezione più patetica a quella maggiormente virtuosistica del barocco. A seguire, alle 22.15, “Armonie celesti” con il coro polifonico Ensemble Vocale Novharmony, che quindi si esibirà senza accompagnamento strumentale, formato da giovani laureati in canto antico, impegnato nel repertorio sacro dal Cinquecento ai giorni nostri.
Entrambi i concerti sono ad ingresso libero.

I “Carmina Burana”

Il giorno successivo, giovedì 4 luglio alle 21 al Teatro Alfieri, spazio ai Carmina Burana. Lo spettacolo, prodotto dal Teatro dell’Opera Giocosa di Savona, avrà quali interpreti il soprano Irene Celle, il baritono Matteo Loi, il tenore Raffaele Feo e il Coro Philarmonia, guidati dalla bacchetta di Giovanni Di Stefano. L’esecuzione sarà preceduta dal Requiem SC76 per coro, viola solista e organo di Giacomo Puccini, di cui ricorrono i cento anni dalla scomparsa, che verrà eseguito in omaggio all’artista astigiano Giorgio Faletti nel decimo anniversario della morte (avvenuta il 4 luglio 2014).

L’operetta “La vedova allegra”

E ancora domenica 7 luglio, alle 21 al Teatro Alfieri, un grande classico dell’operetta: “La vedova allegra” di Franz Lehár. Ad eseguirla sarà il soprano Renata Campanella, che era già stata ad Asti in occasione del “Don Giovanni” nel gennaio 2023, che vestirà i panni di Anna Glavari. Sul podio, Stefano Giaroli guiderà l’Orchestra sinfonica delle Terre Verdiane e il coro dell’Opera di Parma; la produzione è del Teatro Musica Novecento.
Come negli appuntamenti precedenti della rassegna, il critico musicale Alberto Bazzano introdurrà la serata con “L’opera in 5 minuti”, breve momento divulgativo sullo spettacolo a seguire.

Biglietti

Per quanto riguarda gli appuntamenti del 4 e del 7 luglio, biglietti a 12 euro (ridotti a 10 euro per abbonati alla stagione teatrale, possessori Kor Card e tessera plus Biblioteca Astense, allievi istituto Verdi, giovani sotto i 25 anni e ultra65enni). Biglietti disponibili alla cassa del Teatro Alfieri: 0141/399057.

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Le principali notizie di Asti e provincia direttamente su WhatsApp. Iscriviti al canale gratuito de La Nuova Provincia cliccando sul seguente link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Il periodo di verifica reCAPTCHA è scaduto. Ricaricare la pagina.

Scopri inoltre:

Edizione digitale