AstiMusica: in scena Sinfonico Honolulu, Locanda Delle Fate, Portnoy e Morcheeba
Cultura e Spettacoli

AstiMusica: in scena Sinfonico Honolulu, Locanda Delle Fate, Portnoy e Morcheeba

A dar via al finesettimana di "AstiMusica" sono, venerdì sera (ingresso libero), i livornesi Sinfonico Honolulu, prima orchestra italiana di nove ukulele famosa per le proprie cover di

A dar via al finesettimana di "AstiMusica" sono, venerdì sera (ingresso libero), i livornesi Sinfonico Honolulu, prima orchestra italiana di nove ukulele famosa per le proprie cover di Smiths, Clash e U2. Hanno all'attivo il disco dal vivo "Absolutely Live", hanno partecipato alla 18^ edizione del Premio Ciampi col brano "Livorno" e hanno poi collaborato con Mauro Ermanno Giovanardi (ex?La Crus) alla realizzazione del suo ultimo album "Maledetto Colui Che E' Solo", vincitore del Premio Tenco 2013 nella categoria interpreti. Ad aprire la serata, invece, Andrea Tarquini, primo cantautore?chitarrista italiano entrato a far parte degli endorser delle chitarre acustiche Bourgeois e finalista alle Targhe Tenco con l'album "Reds!".

Avevano sancito il proprio ritorno, con una reunion attesa per molti anni dai fan di vecchia data, proprio sul palco di AstiMusica nel 2010. Da allora gli astigiani Locanda Delle Fate hanno pubblicato un nuovo album con alcuni inediti ("The Missing Fireflies", 2012), ripreso a suonare in giro per il mondo e (ri)conquistato il Giappone con due date sold?out. Sono a tutti gli effetti uno dei gruppi principali della scena progressive rock italiana e nel 1977, con l'Lp "Forse Le Lucciole Non Si Amano Più", seppero colpire positivamente tanto la critica quanto gli appassionati del genere nel mondo. Ecco perché l'evento in programma domani, sabato (ingresso libero), all'interno di "AstiMusica 19", merita un occhio di riguardo. E lo merita a maggior ragione per un dettaglio non secondario: sul palco di piazza Cattedrale, con lo storico gruppo astigiano ci sarà la voce magica ed inconfondibile che ha caratterizzato tutti i più grandi successi de Le Orme, Aldo Tagliapietra. Insieme ripercorreranno alcune tra le più gettonate hit del leggendario gruppo di "Sguardo Verso Il Cielo", "Gioco Di Bimba", "Amico Di Ieri" e tante altre.

Domenica, invece, il protagonista della serata (ingresso libero) è il bluesman Jerry Portnoy. L' artista bianco della musica nera è un nome che conta nel giro degli appassionati dell'armonica. Un uomo di 71 anni che è riuscito a stregare con gli accenti emotivi del suo strumento persino il padre?padrone del blues di Chicago, Muddy Waters, nella cui band ha militato per parecchi anni. Ha poi suonato con B.B.King, Johnny Young, Hubert Sumlin, Duke Robillard, Bonnie Raitt, Rolling Stones ed Eric Clapton. Il suo stile è fatto di fraseggi fluidi e multiformi, raffinati, esplosivi e dinamici. Il concerto sarà aperto da The Traveller, cantautore milanese che, spaziando dal folk al rock, ha suonato in tutta Europa e il cui nuovo disco, "Kingdom", è una trilogia musicale tratta dalla tetralogia minore di Shakespeare che percorre a ritroso le sue quattro opere teatrali.

Ma forse i più attesi dell'edizione 19 della kermesse sono i Morcheeba. In una delle uniche due date italiane dell'estate, la storica band inglese alfiere del trip hop transita sul palco di piazza Cattedrale per la promozione del nuovo album, "Head Up High", nella serata di lunedì (ingressi 25 euro). Un percorso lungo e articolato quello del trio britannico, che nel corso degli anni ha modificato le proprie sonorità sino a reincarnarsi in uno stile marcatamente pop elettronico. Gli occhi saranno puntati su Skye, ammaliante vocalist che ha fatto ritorno di recente nel gruppo dopo una parentesi solista. Con lei, come ai tempi d'oro, i fratelli Paul e Ross Godfrey. Il nuovo album, l'ottavo della loro carriera e il secondo dopo la reunion con la frontwoman, è uscito lo scorso ottobre. Sul palco i Nostri si presentano nella formazione originale che, stando a quanto affermato da Ross Godfrey di recente in un'intervista, non dovrebbe subire ulteriori cambiamenti in futuro e, anzi, dovrebbe rimettersi quasi immediatamente al lavoro su materiale inedito non appena terminata la tournée.

Info www.comune.asti.it

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo