Smartphone: uno spot contro l'uso smodato
Cultura e Spettacoli

Smartphone: uno spot contro l’uso smodato

Gli spot sono stati presentati sabato scorso in Sala Pastrone, alla presenza dei bambini, dei genitori, dei docenti e della dirigente scolastica Emanuela Tartaglino

Sono on line da domenica, sul canale Youtube, i tre spot girati dagli alunni della scuola primaria “Giobert” di Mongardino nell’ambito del progetto intitolato “Prima vivi, poi condividi”.

Gli spot sono stati presentati sabato scorso in Sala Pastrone, alla presenza dei bambini, dei genitori, dei docenti e della dirigente scolastica Emanuela Tartaglino.

«Gli spot, scritti e diretti dagli astigiani Fabrizio Rizzolo e Susi Amerio – spiega l’insegnante Antonella Bertolino – sono stati realizzati per promuovere un utilizzo consapevole dello smartphone e della tecnologia da parte dei bambini, in un mondo dove riteniamo fondamentale sottolineare l’importanza della partecipazione reale, prima che virtuale, alla vita di tutti i giorni. Un progetto che abbiamo realizzato dopo aver partecipato, come insegnanti, ad un corso di formazione promsso dall’Asl di Cuneo sul rischio della dipendenza da internet che riguarda la fascia d’età dell’adolescenza».

 

 

Il progetto, coordinato da Antonella Bertolino con la collega Silvana Bella, è stato finanziato dalla Fondazione CrAsti (rappresentata da Alessandro Militerno in occasione della presentazione), dalla Pro loco di Mongardino e dalle famiglie degli alunni.

«Il periodo di preproduzione, da febbraio ad aprile – continua Antonella Bertolino – ha permesso agli alunni di tutte le classi di apprendere gli elementi di base del linguaggio cinematografico. Attraverso lavori di gruppo con i due artisti, i bambini sono stati coinvolti attivamente nelle prove con l’uso della telecamera. Sono serviti tre mesi di lavoro per preparare le riprese vere e proprie, avvenute il 26, 27 e 28 aprile scorso con la troupe torinese coordinata da Matteo Teti e Davide Merlo. Le scene sono state girate nell’ex scuola di Santa Caterina di Rocca d’Arazzo, al campo di atletica di via Gerbi ad Asti e al parco naturale di Rocchetta Tanaro».

Gli spot presentano tre situazioni tipo della vita dei bambini: una festa di compleanno, una gara sportiva e una giornata in campeggio. Sono disponibili sul canale Youtube digitando il titolo del progetto “Prima vivi, poi condividi”.

Elisa Ferrando

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale