La Nuova Provincia > Cultura e spettacoli > Spazio Kor, debutto on line per la stagione teatrale “Oltre”
Cultura e spettacoli Asti -

Spazio Kor, debutto on line per la stagione teatrale “Oltre”

Protagonista, domenica 17 gennaio, l'attore Andrea Cosentino con lo spettacolo "Kotekino Riff Precotto" in diretta sulla piattaforma Zoom

In attesa di aprire le porte agli spettatori, lo Spazio Kor di piazza San Giuseppe porta online uno degli spettacoli previsti nella stagione Public 2020/2021, intitolata “Oltre”. Ovvero, l’evento che doveva aprire il 2021 dopo una serie di spettacoli dal 14 novembre che non si sono potuti tenere a causa dell’emergenza sanitaria.
Domenica 17 gennaio alle 21, in diretta Zoom, grazie alla collaborazione con Concentrica, andrà in scena “Kotekino Riff Precotto – Esercizi di trasduzione videografica programmaticamente fallimentari di una performance sul fallimento comico”, un medio metraggio di Luca Bellino e Silvia Luzi, di e con Andrea Cosentino.
Proseguendo il suo lavoro di analisi e decostruzione dei linguaggi, dopo l’esperimento di “Veri Vidii Vidi #ncesecrede”, Andrea Cosentino torna on line con la complicità dei filmaker Luca Bellino e Silvia Luzi. Partendo da “Kotekino Riff – Esercizi di rianimazione reloded”, propone un surreale tentativo di trasposizione di un’opera teatrale sul web. A seguire conversazione con gli autori su senso, direzioni, (im)possibilità del teatro in streaming.
«Sempre più – spiega Cosentino – penso al mio sviluppo artistico non come ad una serie di spettacoli più o meno riusciti, ma come alla costruzione della mia identità, attoriale e autoriale assieme. Un po’ comico dell’arte, che si porta dietro le sue maschere e i suoi lazzi migliori, un po’ jazzista che lavora a trovare il suo suono e il suo stile. Riconoscibile e inimitabile. “Kotekino Riff” vuole essere il mio gioco a togliere di mezzo l’opera. Quel che resta è da un lato l’attore, come macchina ludica di significazione, dall’altro il teatro come esercitazione allo stare comunitario».
Attore, autore, comico e studioso di teatro, Andrea Cosentino è inventore, proprietario, conduttore e conduttrice unico di “Telemomò”, la “televisione autarchica a filiera corta”. Inoltre è promotore del progetto “Mara’samort” che opera per un’ipotesi di teatro del-con-sul margine, attraverso una ricerca tematica, linguistica e performativa sulle forme espressive subalterne. Nel 2018 ha ricevuto il premio speciale UBU «per la sua lunga opera di decostruzione dei linguaggi televisivi attraverso la clownerie, e in particolare per Telemomò, che attraversa i suoi lavori da anni».
La partecipazione allo spettacolo è gratuita ma limitata a un massimo di 100 spettatori. È quindi necessario prenotare via mail a info@spaziokor.it oppure tramite WhatsApp con un messaggio al numero 388/7212317. Lo spettatore riceverà un link per partecipare alla diretta sulla piattaforma Zoom. Dopo lo spettacolo il direttore artistico della stagione di Spazio Kor Emiliano Bronzino terrà un breve dibattito con l’autore. Al termine chi vorrà potrà inviare una donazione “a cappello virtuale”, libera e non obbligatoria, a favore di Concentrica.
Da ricordare che la stagione Public è realizzata da Spazio Kor in collaborazione con Città di Asti, Fondazione Piemonte dal Vivo, Teatro degli Acerbi, Parole d’Artista, Mon Circo e Concentrica, e con il sostegno di Fondazione CRT, Regione Piemonte e Fondazione CrAsti, con maggiore sostenitore la Fondazione Compagnia di San Paolo nell’ambito del Progetto PATRIC.
Per aggiornamenti: spaziokor.it.

Elisa Ferrando