TarantELLA (9)
Attualità, Cultura e Spettacoli
Spettacolo

“TarantElla”, quando al teatro spuntano circo e un po’ di magia

Domenica 8 va in scena all’Alfieri con la Compagnia Artemakia di Milo Scotton. La poetica di Eduardo de Filippo, un omaggio a Charlie Chaplin e giocolerie

Prosegue nel segno della performance circense, tra meraviglia e perizia del gesto, dinamicità visuale e narrazione fuori dagli schemi il cartellone di spettacoli del Teatro Alfieri.
Il nuovo appuntamento, al pomeriggio di domenica 8 gennaio con inizio alle 17, vedrà in scena la Compagnia Artemakìa con “TarantELLA”, spettacolo ideato, scritto e diretto da Milo Scotton. L’opera fa parte della sezione “Altri percorsi” messa in cartellone per la stagione, realizzata dal Comune di Asti in collaborazione con la Fondazione Piemonte dal Vivo.
Così viene raccontata la vicenda che fa da motore dello spettacolo: «1943, Seconda Guerra Mondiale: con la Campagna d’Italia i soldati Alleati risalgono attraverso la penisola. Sul palco si materializzano le atmosfere di un locale del Sud Italia negli anni ’40. La mestizia evidente portata dalla guerra viene sconvolta dall’arrivo di un manipolo di soldati Alleati, separati dalla propria guarnigione durante gli scontri. La paura e la diffidenza dei popolani prendono il sopravvento, ma è subito evidente che si deve accettare questa occupazione temporanea e dare riparo e ristoro ai “salvatori della patria».
In questo fragile contesto si alternano e si mescolano le vicende e le emozioni dei vari personaggi: c’è chi non può accettare la profanazione della proprietà, chi, credendosi ormai al sicuro, rivive gli attimi di combattimento e l’orrore della guerra in un’allucinazione onirica, chi cerca il sollievo dell’anima e del corpo condividendo con i locali cibo, musica e qualche sorriso, chi ricorda gli affetti lontani sfogliando il diario dei propri ricordi».
In scena gli acrobati Milo Scotton, anche ideatore, autore e regista dell’opera, con Valeria Quatrale, Valentina Padellini, Raffaele Riggio, Alice Di Stefano, Lucia Brusadin, Cristian Rodriguez; musicisti: Simone Grimaldi, Andrea Maracci, Raffaella Buzzi, Roberto Cannillo. Hanno contribuito al progetto la creazione sonora a cura di Corrado Gallo, fonica di Francesco Santospagnuolo, creazione luci a firma di Corrado Gallo, Milo Scotton, coreografie a cura di Milo Scotton, Clelia Riva, Barbara Crescimanno, costumi di Simona Randazzo, scenografie di Andrea Valpreda, stage management e macchinismo Caterina Pio, Marco Ferroglio.
Tra gli elementi centrali portati in palcoscenico ci sono discipline aeree, acrobati rotanti, la poetica di Eduardo de Filippo, un omaggio a Charlie Chaplin, equilibrismi e giocolerie di ogni sorta. La produzione è a cura di Artemakia. Racconta Milo Scotton: «Non è solo una compagnia, è un’idea, un obiettivo da raggiungere, un sogno nato da volontà, da capacità e creatività. L’importante unione e collaborazione, durata più di dieci anni, con Olivia Ferraris ha generato una serie di produzioni di valenza nazionale ed internazionale per cui ArteMakìa raccoglie tutto quello che il duo Milo&Olivia ha prodotto con successo dal 2006 ad oggi, per proiettarsi in un progetto innovativo, non solo con l’entusiasmo delle idee e del talento, ma soprattutto con le competenze derivanti da una solida esperienza maturata nel campo dello spettacolo dal vivo. ArteMakìa è un progetto di ampio respiro che intende valorizzare il circo contemporaneo come impulso alla vita, alla speranza, perché la prestanza fisica degli artisti può unirsi ad un umorismo che fa riflettere in modo più leggero e dona evasione pura, in modo del tutto nuovo».
Biglietti alla cassa del Teatro Alfieri o su web. Info e prenotazioni 0141-399057; 0141-399040.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale