teatro scuola
Cultura e Spettacoli
Rassegna

Teatro per le scuole, il sipario si è di nuovo alzato

Dopo la sospensione causata dalla pandemia, ha preso il via il cartellone di spettacoli dedicati agli studenti, all’Alfieri fino al 5 aprile

E’ tornato, dopo la sospensione causata della pandemia, il progetto Teatro Scuola, promosso dal Teatro Alfieri nell’ambito delle attività culturali proposte alla città.
Grazie al Decreto Legge 127 del 2021, infatti, è stato sbloccato lo svolgimento delle attività teatrali in ambito didattico per gli studenti.
Sette in totale gli spettacoli in cartellone, avviati lo scorso 15 febbraio e in programma fino al 5 aprile, rivolti alle scuole elementari, medie e superiori. L’obiettivo del progetto è proporre un percorso di crescita culturale, avvicinando gli studenti ai linguaggi artistici ed espressivi come forma di conoscenza e di relazione con gli altri e con il mondo.

I commenti

«Per le scuole di ogni ordine e grado – commentano il sindaco Maurizio Rasero e l’assessore comunale alla Cultura, Gianfranco Imerito – le esperienze teatrali restano importantissime, anche e soprattutto in questo particolare momento storico, come occasione di riflessione, confronto e crescita. Il protocollo d’intesa tra Teatro Alfieri e Ufficio scolastico territoriale conferma l’importanza della collaborazione tra Istituzioni per contribuire ad una scuola e ad una società più consapevoli. Le opportunità di incontro e fruizione culturale devono essere garantite ai giovani, risultando occasione di arricchimento e crescita non solo per loro, ma anche per gli insegnanti e gli operatori teatrali».
«L’attività teatrale – aggiunge l’assessore comunale all’Istruzione, Elisa Pietragalla – è un valido strumento educativo, poiché mette al centro la sfera emotiva dei ragazzi e promuove le loro capacità creative e di interpretazione della realtà».

Il cartellone

Il cartellone per l’anno scolastico in corso è stato coordinato dalla Fondazione Piemonte dal Vivo in collaborazione col Teatro degli Acerbi. Dopo l’avvio con lo spettacolo, rivolto alle superiori, intitolato “Giudo suonava il violino”, prodotto da Casa degli Alfieri/Archivio Teatralità Popolare in collaborazione con l’Istat, seguiranno altri sei appuntamenti, sempre al mattino al Teatro Alfieri.
Per quanto riguarda le scuole elementari sono in programma “Sonata per tubi”, mercoledì 9 marzo alle 11, di e con Ferdinando D’Andria, Maila Sparapani e Marilù D’Andria della Compagnia Nando e Maila ETS. Spettacolo che ha il sostegno del Ministero per i Beni e le Attività culturali. Quindi, lunedì 14 marzo alle 11, “Pippi calzelunghe” di Astrid Lindgren (traduzione di Sagitta Alter e Carlotta Proietti) con Maria Vittoria Barrella, Marta Marchi, Sara Rosa Losilla, per la regia di Chiara Benedetti e Giuseppe Amato, con la collaborazione di Klaus Saccardo ariaTeatro, Teatro delle Garberie e Teatro della Tosse – Fondazione Luzzati. Infine, martedì 22 marzo alle 11, “A piede libero”, di e con Francesco Micca e Marco Andorno, con la regia di Aldo Pasquero e Giuseppe Morrone, prodotto da Faber Teater in collaborazione con Associazione culturale Laqup.
Per quanto riguarda le scuole medie, l’appuntamento è per giovedì 24 febbraio alle 11 con “Nella rete”, testo e regia di Renata Coluccini, che vede in scena Marta Mungo, Benedetta Brambilla e Gabriele Bajo, per una produzione Teatro del Buratto.
Quindi, giovedì 17 marzo alle 11, “Tre”, con Simone Benelli, Francesco Fontana, Giulia Mattola; regia e drammaturgia Marta Abate e Michelangelo Frola, per una co-produzione ScenaMadre – Gli Scarti.
Infine, per quanto riguarda le scuole superiori, martedì 5 aprile alle 11 andrà in scena “Dante tra le fiamme e le stelle”, di e con Matthias Martelli, con la consulenza storico-scientifica del professor Alessandro Barbero. La regia è di Emiliano Bronzino, direttore artistico del Festival Asti Teatro e della Fondazione Teatro Ragazzi e Giovani di Torino, che ha prodotto lo spettacolo con Teatro Stabile di Torino e Teatro Nazionale.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo