Un macchinario d’epocae il rito della trebbiatura in campagna
Cultura e Spettacoli

Un macchinario d’epoca
e il rito della trebbiatura in campagna

Come si trebbiava il grano nelle campagne di un tempo? Quali macchinari e tecniche venivano impiegate dai nostri nonni per questa particolare procedura? A due settimane dal Festival delle Sagre che

Come si trebbiava il grano nelle campagne di un tempo? Quali macchinari e tecniche venivano impiegate dai nostri nonni per questa particolare procedura? A due settimane dal Festival delle Sagre che quest’anno, causa maltempo, non ha potuto riportare “in vita” scene di quotidianità e lavoro nelle campagne astigiane del primo ‘900, l’Associazione trebbiatori ed imprese meccanizzate agricole della provincia di Asti (Atima) con il gruppo degli Amici delle macchine agricole d’epoca (Amae) proverà a illustrare i riti antichi della trebbiatura, oggi (sabato) e domenica, in occasione del primo “Memorial Valentino Quaglia”.

Una sorta di grande festa della trebbiatura di un tempo ospitata nel centro storico di Asti, piazza San Secondo per la precisione, dove una grande trebbia d’epoca, proprietà della famiglia Sardo di Vaglierano, mostrerà ad astigiani e turisti come si lavorava il grano dei campi prima che la tecnologia arrivasse a sostituire e facilitare pratiche tramandate di generazione in generazione di coltivatori. In una cornice arricchita da alcuni modelli di trattori d’epoca, la principale piazza cittadina ospiterà infatti ben tre esibizioni di trebbiatura nella giornata di domani (alle 10, alle 16 e alle 22) e due in quella di domenica (alle 11 e alle 16).

A completare il quadro della festa sarà invece un mercatino a chilometro zero dove diverse bancarelle proporrano ai visitatori prodotti della coltivazione diretta, dal vino al miele, dal pane alla farina, dai biscotti alle marmellate fino agli ortaggi di stagione. Patrocinata dal Comune di Asti e realizzata con la collaborazione di Cnr Imamoter, la manifestazione ha come registi Paolo Pregno, presidente dell’associazione Atima, e Domenico Cavanna, referente del gruppo Amae.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo