La Nuova Provincia > Economia e scuola > Crisi Manital, l’Inps interviene per pagare luglio e agosto
Economia e scuolaAsti -

Crisi Manital, l’Inps interviene per pagare luglio e agosto

Solo alle addette alle pulizie dei loro uffici per conto di Manital. E' da luglio che lavorano senza stipendio

In surroga all’azienda di servizi

Qualcosa nella crisi della Manital, grande società di servizi che opera in tutta Italia, si sta muovendo.
Nei giorni scorsi l’Inps regionale piemontese, uno dei “clienti” della Manital che impiega 77 dei suoi dipendenti (quasi tutte donne) nelle pulizie degli uffici in tutto il Piemonte, ha annunciato che avrebbe pagato gli stipendi ai lavoratori in surroga alla società. Detraendo quanto versato da quanto dovuto per il servizio di pulizia degli uffici.
Così, le dipendenti che lavorano alla pulizia degli uffici Inps possono contare sul pagamento degli stipendi di luglio ed agosto per i quali erano già stati stilati i cedolini da parte di Manital.

Le dipendenti aspettano ancora la quattordicesima

La stessa società ha pagato il mese di luglio a tutti i suoi dipendenti, ma il conto rimane ancora in rosso per questi ultimi.
Mancano all’appello i mesi di agosto (tranne che per gli addetti alla pulizia degli uffici Inps) e poi, per tutti, le mensilità di settembre e ora anche di ottobre cui si aggiunge la quattordicesima mai erogata.
In attesa di una nuova cessione con nuova gestione della Manital, i sindacati si augurano che l’esempio dell’Inps venga seguito da tutti i committenti: tribunali, Agenzie delle Entrate e numerosi altri uffici pubblici presso i quali le addette alle pulizie continuano, ogni giorno a lavorare pur in assenza di stipendio. La Regione, dal canto suo, ha sollecitato tutti i Ministeri a saldare le fatture alla Manital, per un totale di circa 17 milioni di euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente