La Nuova Provincia > Economia e scuola > «Il mio impegno sarà subito rivolto all’emergenza Coronavirus»
Economia e scuola Asti -

«Il mio impegno sarà subito rivolto all’emergenza Coronavirus»

Lo ha affermato Gian Paolo Coscia in occasione dell'elezione a presidente di Unioncamere Piemonte

Coscia eletto presidente di Unionecamere Piemonte

Il presidente della Camera di Commercio di Alessandria, Gian Paolo Coscia, è stato eletto nei giorni scorsi presidente di Unioncamere Piemonte (l’associazione degli Enti camerali piemontesi) per il prossimo triennio.
Proposto dalla Giunta dell’associazione, la sua nomina è stata decretata all’unanimità dal Consiglio riunitosi in videoconferenza.
«So che il compito che mi aspetta non sarà facile», ha commentato “a caldo”. «Il IV trimestre 2019 – ha continuato – si è chiuso con una contrazione dello 0,4% della produzione industriale regionale. A seguire, nei primi tre mesi dell’anno abbiamo perso in Piemonte oltre 3.500 aziende. Il Coronavirus sta già provocando i primi danni al nostro sistema economico. Il mio impegno sarà subito rivolto a questa emergenza. In questo contesto, le Camere di Commercio hanno una responsabilità importante: spetta a noi essere risoluti e tenaci nel continuare ad individuare interventi di compensazione e sostegno sia per le nostre imprese che per i nostri territori, soprattutto attraverso un dialogo costruttivo con le istituzioni, prima fra tutte la Regione Piemonte».

Il commento di Ferruccio Dardanello

In occasione dell’elezione, il vicepresidente vicario di Unioncamere Piemonte, Ferruccio Dardanello, ha affermato: «I miei sono stati anni di servizio alle imprese e al sistema camerale piemontese e italiano. Ho lavorato con gioia e impegno per promuovere le nostre eccellenze e il nostro saper fare. Il Piemonte è ricco di uomini e donne con una grande capacità e voglia di creare e far crescere le proprie imprese. Dobbiamo sostenerli nel loro cammino con politiche efficaci, soprattutto ora che il Covid-19 sta minando tanti anni di lavoro e sacrifici. Sono certo che il presidente Coscia saprà interpretare al meglio il grido di aiuto che sta arrivando dall’intero settore produttivo regionale. E trovare – in un’ottica di raccordo tra Camere di commercio piemontesi, istituzioni e privati – soluzioni che permettano di uscire il più velocemente possibile da questa crisi che sta toccando tutto il mondo».

Articolo precedente
Articolo precedente