La Nuova Provincia > Economia e scuola > Istituto Castigliano, da settembre al via la settimana corta
Economia e scuola Asti -

Istituto Castigliano, da settembre al via la settimana corta

Annunciate dalla dirigente Martina Gado le novità che riguardano la scuola, come il laboratorio di automazione industriale

«Considerata la massiccia richiesta da parte di studenti e genitori, anche in occasione degli ultimi incontri di open school, dal prossimo anno scolastico l’istituto superiore Castigliano avvierà la settimana corta, con lezioni da lunedì a venerdì. La modifica, che riguarderà anche la nostra sede distaccata, l’Andriano di Castelnuovo Don Bosco, uniformerà il nostro orario con quello delle altre scuole astigiane».
Lo ha annunciato ieri (lunedì) Martina Gado, dirigente dell’istituto di via Martorelli che conta, tra Asti e Castelnuovo Don Bosco, 1.135 alunni. La novità è emersa nel corso della conferenza stampa convocata dalla preside per fare il punto sullo stato del cantiere che interessa la scuola da diversi mesi e di alcune novità a livello di laboratori, da anni uno dei punti di forza della scuola.
«Abbiamo deciso di accogliere le numerose richieste pervenute in merito all’adozione dell’orario da lunedì a venerdì – ha spiegato – anche perché abbiamo saputo che la distribuzione delle lezioni su sei giorni era un motivo che induceva a rinunciare all’iscrizione. Non sappiamo ancora come sarà organizzato l’orario (che comprende 32 ore settimanali) su cinque giorni, ma la decisione è comunque presa e sarà applicata dal prossimo settembre».

L’organizzazione attuale

Con l’avvio dell’anno scolastico in corso invece, l’orario giornaliero ha subito un significativo, ma temporaneo, cambiamento rispetto al passato. «A causa del cantiere, che ci porterà dal prossimo settembre ad avere una scuola più bella e sicura – ha continuato Gado – abbiamo dovuto organizzare le lezioni in turni divisi tra mattino e pomeriggio per i nostri studenti, anche quando la didattica in presenza riguardava il 100% dei ragazzi, perché molti locali sono interessati dai lavori. Per evitare troppi sconvolgimenti abbiamo poi mantenuto questa suddivisione anche con l’avvio della didattica a distanza, con l’intenzione di continuare fino a quando il cantiere non sarà terminato. I lavori, che proseguiranno nei prossimi mesi, sono importanti. Prevedono l’adeguamento antisismico dell’edificio, lo spostamento dell’ascensore e altri interventi strutturali, tra cui l’ammodernamento di alcuni locali».
Intanto in questi mesi è proseguita la didattica a distanza, ad eccezione, come prevede la normativa, degli studenti disabili o con bisogni educativi speciali, oltre che delle lezioni in laboratorio.
«Alle famiglie con ragazzi con certificazione (oltre 100 nelle nostre due sedi) – ha spiegato il prof. Giuseppe Marmorato, responsabile del dipartimento di sostegno – abbiamo proposto la didattica in presenza, per favorire i ragazzi, dato che presentano delle difficoltà. Hanno aderito alla proposta 65 alunni, ma coloro che hanno preferito seguire le lezioni da casa non sono stati abbandonati: partecipano alle lezioni con la classe, cui si collega anche il docente di sostegno, e a lezioni individuali». Il professore ha quindi ricordato che la scuola dispone di un nuovo laboratorio destinato agli studenti disabili, che comprende anche uno spazio dedicato alla psicomotricità, realizzato poco prima del lockdown e che, a causa dell’emergenza sanitaria, non è ancora stato inaugurato.

Il nuovo laboratorio

Riguardo ai progetti in campo a livello di laboratori è poi intervenuto Pietro Costa, responsabile dell’ufficio tecnico. «Stiamo facendo un importante investimento con la Siemens – ha annunciato – per realizzare un laboratorio di automazione industriale dotato dei dispositivi che caratterizzano l’industria 4.0, in modo che i nostri studenti, usciti dalla scuola, abbiano le competenze richieste dalle aziende. Basti pensare che l’attivazione del laboratorio coinvolgerà alcune aziende astigiane che saranno selezionate per avviare con noi percorsi di alternanza scuola lavoro».
Da ricordare che nei prossimi giorni si terranno incontri on line e in presenza (previa prenotazione) per conoscere la scuola e l’offerta formativa in vista delle iscrizioni alle classi prime per l’anno scolastico 2021/2022. Per informazioni: www.iiscastigliano.it/orientamento.

Elisa Ferrando