La Nuova Provincia > Economia e scuola > Mercatone Uno di Villafranca: i dipendenti trovano i sigilli all’ingresso
Economia e scuolaVillafranca - Villanova -

Mercatone Uno di Villafranca: i dipendenti trovano i sigilli all’ingresso

Ventitre dipendenti e alcuni interinali, quasi tutti residenti in zona, si sono ritrovati di punto in bianco fuori dal posto di lavoro.

Fuori dal posto di lavoro

Fallita la società che aveva acquistato la maggior parte dei punti vendita Mercatone Uno tra cui quello di Villafranca d’Asti, l’unico nell’astigiano. Questa mattina, sabato, i dipendenti del negozio di arredamento e articoli per la casa hanno trovato i sigilli all’ingresso del punto vendita. 23 dipendenti e alcuni interinali, quasi tutti residenti in zona, si sono ritrovati di punto in bianco fuori dal posto di lavoro.

Di Martino (UIL). “Nessun tipo di avviso”

“Non hanno ricevuto nessun tipo di avviso e al momento non hanno nemmeno un datore di lavoro”, spiega Francesco Di Martino (UIL). “Abbiamo informato l’Assessore regionale al lavoro Giovanna Pentenero e aspettiamo la convocazione al MISE a Roma fissata al 30 maggio. La nostra speranza è che si possa indire un nuovo bando per ripartire”.

Dichiarata fallita la multinazionale Shernon

Insieme al punto vendita di Villafranca questa mattina sono comparsi i sigilli a tutti i negozi acquisiti lo scorso luglio dalla multinazionale maltese Shernon, dichiarata fallita dal giudice di Milano per un totale di una ventina di negozi in tutta Italia. Restano invece aperti con il marchio Mercatone Uno i punti vendita acquisiti dal Gruppo Cosmo in Liguria e sud Italia. “La crisi iniziata circa sei anni fa ha messo a dura prova i dipendenti che hanno fatto il loro meglio per mantenere il posto accettando la massima flessibilità: attendiamo risposte”, conclude Di Martino.

m.b.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente