La Nuova Provincia > Economia e scuola > «Per noi il nuovo McDonald’s di Asti è una grande occasione»
Economia e scuolaAsti -

«Per noi il nuovo McDonald’s di Asti è una grande occasione»

Giovedì mattina in piazza Alfieri, ad Asti, si sono svolti i colloqui delle selezioni per lavorare nel nuovo ristorante di corso Torino

In piazza Alfieri il secondo step delle selezioni

C’è chi spera di trovare un lavoro che gli permetta di terminare l’università, chi ambisce a un’occupazione a tempo pieno e chi, invece, vuole mettersi alla prova tentando di inserirsi in un team nel quale, come spiega Alessandro Romano, amministratore delegato della società Euro1 che gestisce i McDonald’s di Cuneo, Fossano, Mondovì e Santa Vittoria d’Alba, «ci sono persone entusiaste, motivate, che dimostrano flessibilità e capaci di lavorare in squadra». Giovedì mattina in piazza Alfieri è arrivato il McItalia Job Tour in vista dell’apertura del nuovo McDonald’s di corso Torino (zona OBI). Dopo una prima selezione tra 500 candidati che hanno fatto richiesta di lavorare nel nuovo ristorante, circa 90 erano quelli attesi in piazza Alfieri tra i quali saranno trovati i 40 che verranno assunti: tra questi il direttore, 5 assistenti di direzione, 4 addetti che si occuperanno di animazione e gestione dell’accoglienza, più i numerosi incaricati ai servizi previsti nel nuovo punto di ristorazione.

Sarà un McDonald’s innovativo

«Quello che apriremo a fine novembre – racconta Romano – sarà un McDonald’s di nuova generazione dotato delle più innovative tecnologie, con i servizi di McDrive, McCafè e la consegna a domicilio. Ci saranno giochi digitali per i più piccoli e un’unità ludica esterna. Noi non lo chiamiamo più “fast food”, ma “good food fast”». Il terreno e il ristorante è stato acquisito da McDonald’s mentre la gestione è stata concessa attraverso il franchising. «Anche questo ristorante, – continua l’amministratore delegato – come tutti gli altri locali di McDonald’s, utilizza solo prodotti certificati e l’85% di questi è italiano come la carne bovina e il pollo».

Parlano i candidati

Ai colloqui facciamo conoscenza con alcuni dei giovani aspiranti dipendenti di McDonald’s. Come Marco, 25 anni, originario di Salerno, iscritto all’università dell’Aquila, facoltà di Scienze Motorie, ma arrivato ad Asti per amore poiché la fidanzata frequenta Scienze Infermieristiche. «Penso che quella di McDonald’s sia un’offerta molto valida che potrebbe conciliarsi con il lavoro al termine dell’università. Dopo il diploma sono stato a Londra per un anno e ho lavorato da McDonald’s, ma ho fatto anche il barista. Speriamo che vada bene».

Alessandra, 20 anni, e Marta, 24, sono di Asti e anche loro si sono presentate per il colloquio individuale. «Frequento l’università a Torino per diventare consulente del lavoro – racconta Marta – Per me è il primo colloquio». Alessandra, che invece studia, sempre a Torino, Scienze della Mediazione Linguistica, è arrivata al McItalia Job Tour grazie alla nonna: «Mi ha detto che cercavano personale per il nuovo McDonald’s di Asti ed eccomi qui». Dopo l’apertura formale si terrà un grande evento inaugurale, a metà dicembre, con un programma del giorno che sarà definito più avanti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente