La Nuova Provincia > Economia e scuola > Saint-Gobain tra le 100 imprese più innovative al mondo
Economia e scuola Moncalvo e Nord -

Saint-Gobain tra le 100 imprese più innovative al mondo

Presente con uno stabilimento a Montiglio Monferrato, è stata premiata per il nono anno dalla classifica di Clarivate Analytics

Saint-Gobain tra le 100 imprese più innovative al mondo

Saint-Gobain, leader nell’edilizia sostenibile e nei materiali e soluzioni “pensati per il benessere di ciascuno e il futuro di tutti”, presente a Montiglio Monferrato con un importante stabilimento, è per la nona volta consecutiva tra le prime 100 aziende ed istituzioni più innovative del mondo.
Emerge dalla classifica “Derwent Top 100 Global Innovators” 2020, stilata da Clarivate Analytics (già Thomson Reuters), società americana che possiede e gestisce una collezione di servizi in abbonamento basati sull’analisi di dati e informazioni.
Lo studio si basa su quattro criteri principali: il numero totale di brevetti, la percentuale di brevetti rilasciati, il numero di brevetti depositati, la portata globale del portafoglio-brevetti e l’impatto relativo (misurato dal numero di citazioni).
Questa classifica, quindi, riconosce e premia l’impegno che il Gruppo Saint-Gobain pone costantemente sull’innovazione e sulla ricerca e sviluppo, attività per la quale si avvale di una rete globale di otto centri interfunzionali e numerose unità dedicate.
“Questa organizzazione – afferma Pierre-André de Chalendar, presidente e amministratore delegato di Saint-Gobain – ci consente di innovare costantemente con i nostri partner e clienti, siano essi giovani start-up o aziende affermate, e con il mondo accademico. Per il Gruppo significa aumentare la competitività e la crescita, e per i nostri dipendenti è motivo di grande orgoglio”.
Grazie a questo grande impegno, Saint-Gobain possiede un serbatoio di innovazioni che le permette di lanciare molti nuovi prodotti ogni anno: dei prodotti commercializzati oggi, uno su quattro non esisteva cinque anni fa. In totale, il Gruppo deposita infatti oltre 400 brevetti ogni anno.

L’attività in Italia e a Montiglio

In Italia, dove è presente da oltre 130 anni, Saint-Gobain conta 27 siti produttivi in cui operano circa 2mila addetti. Nel nostro Paese si propone come polo tecnologico di riferimento per il mercato delle costruzioni, grazie ad un approccio integrato di sistemi e soluzioni legati esigenze dell’edilizia moderna e ad un’attenzione particolare ai temi di sostenibilità ambientale, efficienza energetica, sicurezza, comfort e design. SaintGobain offre in particolare una gamma completa di soluzioni innovative per involucri opachi e trasparenti, tetti e coperture, architettura d’interni e pareti, pavimenti e controsoffitti, infrastrutture e canalizzazioni, con tutti i suoi brand.
Nello specifico all’interno dello stabilimento di Montiglio, che conta 15 dipendenti, si producono premiscelati in gesso e cemento, colle, sottofondi e massetti, tutti prodotti che rientrano nell’ambito dell’edilizia sostenibile. Inoltre, data la sua posizione strategica lungo l’asse Torino- Milano, funge anche da polo logistico per la distribuzione di altri prodotti. Da sottolineare che lo stabilimento è stato interessato, nel 2012 e nel 2016, da importanti interventi di rinnovamento per un investimento totale di 11 milioni di euro.
“Le aziende del Gruppo che operano nel nostro Paese sono orgogliose del contributo che l’Italia apporta alla rete mondiale di ricerca & sviluppo”, commenta Gaetano Terrasini, dal 1° luglio nuovo amministratore delegato di Saint-Gobain in Italia. “Oltre a soluzioni ad alte prestazioni tecniche prodotte avvalendoci di tecnologie sviluppate a livello mondiale – conclude – abbiamo adattato i materiali per la costruzione ai nostri sistemi italiani, producendone il 90% sul nostro territorio”.

Articolo precedente
Articolo precedente