Bar dell'ospedale: il nuovo gestore riassumerà tutti
Economia

Bar dell’ospedale: il nuovo gestore riassumerà tutti

L’Asl lo aveva già annunciato all’indomani della notizia della chiusura del bar dell’ospedale e lo ha confermato: il nuovo gestore riassumerà tutti

L’Asl lo aveva già annunciato all’indomani della notizia della chiusura del bar dell’ospedale, ma nei giorni scorsi lo ha messo nero su bianco, in un accordo che ha visto l’impegno anche dei sindacati.
L’accordo, firmato dall’Asl e dalle organizzazioni sindacali riunite in Prefettura, prevede che vengano adottate tutte le misure possibili per garantire che il personale attualmente alle dipendenze della ditta Symposion srl vengano assunte dalla ditta che avrà la gestione del bar-edicola al termine di una procedura di nuova assegnazione del servizio.

La Symposion srl è quella che si era aggiudicata l’ultimo bando ma che non ha più pagato da anni il canone mensile di 24 mila euro che era stato pattuito.
Una vicenda lunga, che ha visto i legali dell’Asl fare una dura battaglia sul piano civilistico per rientrare in possesso dei locali, considerando che, oltre al mancato incasso dell’affitto, risultava a carico dell’azienda sanitaria anche il poderoso conto delle utenze.

Dall’inizio del mese il bar è chiuso e lo rimarrà fino a quando non sarà espletata la nuova assegnazione, secondo le procedure di legge. In pole position per prendere la nuova gestione è la Amos, ma ancora l’iter non è stato completato.

Nei giorni scorsi la Symposion aveva chiesto di poter gestire ancora un mese il bar riconoscendo al personale il pagamento degli stipendi entro il 30 giugno e i permessi retribuiti non fruiti al 31 dicembre da inserirsi in banca delle ore, ma l’offerta è stata rifiutata dall’Asl che, in cambio, ha firmato il suo impegno alla riassunzione di tutto il personale da parte del nuovo gestore che subentrerà per riaprire finalmente l’importante servizio di bar-edicola e tavola calda.

Daniela Peira

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale