Bullara Salvatore
Economia
Sindacato

Bullara (Cisl): “Ecco come i lavoratori dipendenti possono verificare il taglio dei contributi in busta paga”

Il riferimento è all’articolo 20 del decreto legge “Aiuti bis”. Istituito un servizio personalizzato per gli iscritti al sindacato

In merito agli sgravi in busta paga previsti per una fascia di lavoratori dipendenti, sia pubblici sia privati, interviene il sindacalista Salvatore Bullara, responsabile territoriale Cisl Fp Alessandria – Asti.
“L’articolo 20 del decreto legge 115 del 9 agosto 2022, il cosiddetto “Aiuti bis” – sottolinea – ha previsto un taglio dei contributi a carico dei lavoratori dipendenti, sia pubblici che privati, dell’1,2%, che si aggiunge a quello dello 0,8% già previsto dalla legge di bilancio 2022. Questo taglio, che si traduce in un aumento della retribuzione lorda, spetta a tutti i lavoratori dipendenti che non superino i 35mila euro di imponibile previdenziale e sarà in vigore per le retribuzioni dei mesi da luglio a dicembre 2022 (compresa la tredicesima)”.

La verifica

“Tuttavia – continua – dato lo sfalsamento dei tempi di pubblicazione del decreto con quelli di elaborazione delle buste paga, l’esonero contributivo relativo alle retribuzioni dei mesi di luglio e agosto potrà essere recuperato con varie modalità, a seconda che i cedolini siano gestiti dalla piattaforma nazionale del Ministero dell’Economia e delle Finanze “NoiPA” oppure da amministrazioni locali e datori di lavoro privati (ad esempio con la busta paga di settembre o in sede di conguaglio a fine anno)”.
A questo proposito la Cisl FP ha predisposto un servizio personalizzato, riservato agli iscritti che vogliano verificare il diritto alla fruizione degli sgravi e controllare se sono stati inseriti in busta paga, inviando il proprio cedolino all’indirizzo mail fp.alessandria.asti@cisl.it. 

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo