Cgil alla manifestazione di Roma 2022
Economia
Sindacato

Cgil: «Indispensabile l’aumento dei salari»

Era presente anche una delegazione astigiana alla manifestazione nazionale svoltasi a Roma per chiedere pace, lavoro, democrazia e giustizia sociale

Era rappresentata anche Asti alla manifestazione nazionale, svoltasi sabato scorso a Roma, organizzata dalla Cgil. L’obiettivo era chiedere pace, lavoro, democrazia e giustizia sociale, temi intorno a cui si è dibattuto anche in occasione dell’assemblea generale della Camera del lavoro di Asti, svoltasi prima della manifestazione presso il Palazzo della Provincia.
Tra le riflessioni e gli spunti proposti, il segretario generale provinciale Luca Quagliotti ha sottolineato il drastico incremento di diseguaglianze e povertà dopo la pandemia. «Occorre predisporre – ha affermato – un piano efficace di nuovi investimenti, da affiancare al PNRR, per creare lavoro. Occorre che lo facciano lo Stato e i poteri locali, ma ancor più gli imprenditori. Senza lavoro non c’è sviluppo, se il lavoro è precario non c’è futuro. In tale contesto non siamo disponibili a nuove politiche di austerity: lavoratori e pensionati, in questo senso, hanno già dato».

La riflessione di Quagliotti

Il rischio, ha ricordato Quagliotti, è che si verifichi in Italia la stagflazione, situazione in cui sono contemporaneamente presenti l’aumento generale dei prezzi (inflazione) e la mancata crescita dell’economia (stagnazione). «Per questo, unitamente ad interventi di politica economica e sociale – ha continuato – riteniamo indispensabile l’aumento dei salari, diminuiti in 30 anni del 2,9%, mentre in Francia e Germania sono saliti oltre il 30%. Lo stesso Governo ha posto con forza questa necessità. E il commissario europeo al lavoro, Nicolas Schmit, ha affermato che “è nevcessario l’adeguamento dei salari al tasso di inflazione per evitare il rischo recessione”».

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo