Calcagno Franco
Economia

Creatività e impresa, incontri formativi per gli studenti degli istituti Artom e Castigliano

Avviato mercoledì il progetto promosso dall’incubatore di imprese 2i3T dell’Università di Torino

Il progetto promosso dall’Incubatore di imprese 2i3T

Simulare la creazione di una mini impresa, stimolando negli studenti la creatività e l’innovazione attraverso la metodologia dell’“imparare facendo”.
E’ l’obiettivo del progetto “Employability Framework”, promosso dall’Incubatore di imprese 2i3T dell’Università di Torino, grazie al contributo della Fondazione CrAsti, che coinvolge da mercoledì gli studenti di quattro classi degli istituti superiori Artom e Castigliano. E che riguarderà, in un secondo tempo, gli studenti del liceo artistico Benedetto Alfieri.
A spiegarne contenuti e tappe, nel corso di una conferenza stampa “a distanza”, il dirigente scolastico degli istituti Artom e Castigliano, Franco Calcagno; la docente del liceo artistico Alfieri Luciana Migliarino; Giuseppe Serrao e Claudia Piscitelli dell’Incubatore di imprese 2i3T.

Gli studenti coinvolti

«A causa della pandemia in corso – ha spiegato Serrao – non possiamo attuare il programma originario, ma cominciare a proporre una introduzione al progetto attraverso la didattica a distanza. Ad essere coinvolte sono tre classi del Castigliano e una dell’Artom, tutte terze, che fino al 28 maggio prenderanno parte a 15 ore di lezione a distanza».
Si tratta di incontri formativi con gli esperti di 2i3T incentrati sul tema dello sviluppo della creatività, sia in senso lato sia incanalata a risolvere una necessità del mercato. Quindi l’obiettivo è aiutare a sviluppare competenze che possa contribuire alla nascita di idee imprenditoriali.
«I ragazzi – ha proseguito Piscitelli – verranno poi coinvolti, dal 3 al 5 giugno, in tre giornate di presentazione dei progetti che emergeranno dopo il percorso formativo (stimiano che saranno circa 20) tra cui ne verranno selezionati 5 come più meritevoli l’8 giugno».
In una seconda fase saranno coinvolti anche gli studenti del liceo artistico Alfieri. «I nostri alunni – ha spiegato la professoressa Migliarino – saranno impegnati nel ricostruire, attraverso una documentazione foto e video, i vari passaggi del progetto».

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo

Per la tua pubblicità su
la nuova provincia

Agenzia Publiarco
chiama il n. 0141 593210
oppure invia una mail