Deutsche Bank apre ad Asti
Economia

Deutsche Bank apre ad Asti

Deutsche Bank ha inaugurato, venerdì, il primo sportello in provincia, precisamente ad Asti in via Cavour 31. Con questa nuova apertura – che segue quelle di Alba, Novara e Alessandria – l’istituto

Deutsche Bank ha inaugurato, venerdì, il primo sportello in provincia, precisamente ad Asti in via Cavour 31. Con questa nuova apertura – che segue quelle di Alba, Novara e Alessandria – l’istituto bancario prosegue quindi nel suo piano di crescita in Piemonte, dove conta adesso 14 sportelli e, ipiù in generale, in Italia. La banca ha infatti espanso la propria presenza su tutto il territorio nazionale con 55 nuovi sportelli negli ultimi tre anni, superando quota 300 e raggiungendo circa 30 miliardi di euro di masse in gestione.

«Con questo nuovo presidio – commenta Silvio Ruggiu, responsabile della rete sportelli di Deutsche Bank in Italia – ci presentiamo alla città con il nostro approccio distintivo, che abbina alla conoscenza territoriale, tipica delle banche locali, l’esperienza e l’offerta ampia e diversificata caratteristica di un grande gruppo internazionale. Ci rivolgiamo sia ai privati che alle piccole e medie imprese con servizi in grado di supportare il loro business e le necessità di soluzioni personalizzate».

Tra i fattori che hanno spinto Deutsche Bank a puntare sul capoluogo di provincia astigiano ci sono anche «la dinamicità e la vivacità economica rispetto agli altri paesi della provincia». In base ai dati forniti dal database della Banca d’Italia, infatti, Asti è secondo per crescita dei depositi bancari, con un + 45,85% negli ultimi cinque anni (rispetto alla media provinciale pari a + 35,87%) e 1,41 miliardi di euro a fine 2012. In vetta alla classifica c’è Canelli (+47,80% e 232 milioni di euro); seguono Nizza Monferrato (+39,94% e 203 milioni di euro), Castagnole Lanze (+ 37,92% e 48 milioni di euro) e Costigliole (+ 37,57% e 80 milioni di euro).

e.f.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo