La Banca d’Alba chiude un 2014 più che positivo
Economia

La Banca d’Alba chiude un 2014 più che positivo

Compleanno importante per la Banca d'Alba, che quest'anno festeggia i 120 anni di attività e lo fa presentando ai soci un bilancio 2014 estremamente positivo. A snocciolare i dati in

Compleanno importante per la Banca d'Alba, che quest'anno festeggia i 120 anni di attività e lo fa presentando ai soci un bilancio 2014 estremamente positivo. A snocciolare i dati in assemblea, il suo Presidente Felice Cerruti e il Direttore Generale Riccardo Corino. I principali dati del bilancio 2014 vedono i volumi complessivi attestarsi a 8,2 miliardi di euro, confermando la Banca d'Alba come la seconda forza del Credito Cooperativo italiano. Un buon risultato, dato da una raccolta aumentata del 7% e che ha raggiunto i 5,4 miliardi di euro. Gli impieghi complessivi ammontano a 2,8 miliardi a cui vanno aggiunti oltre 50 milioni di crediti concessi a clienti e soci in collaborazione con l'istituto centrale del Credito Cooperativo.

«Il nostro istituto si conferma una banca solida e a servizio del territorio» è stato il commento di Felice Cerruti nell'esporre i dati. L'utile di esercizio 2014 si attesta a 19,8 milioni di euro, «un risultato economico estremamente positivo raggiunto dopo aver effettuato accantonamenti molto prudenziali in ragione delle difficoltà dell'economia attuale e attraverso un'azione di razionalizzazione delle risorse» continua Cerruti. La Banca d'Alba si presenta ben radicata sul territorio con i suoi 460 dipendenti in 70 filiali al servizio di oltre 46 mila soci e 130 mila clienti residenti in 270 comuni di competenza dislocati in sette province tra Piemonte e Liguria. D'altronde il baricentro commerciale ed economico di questa attività rimane l'area storica di Alba, Langhe e Roero.

Anche nel 2014 la banca albese ha confermato la sua azione a sostegno del territorio con l'erogazione di oltre 200 milioni di nuovi finanziamenti a famiglie e imprese. Sono stati stipulati 4.397 nuovi mutui per un valore di 293 milioni di euro di cui oltre mille nuovi mutui casa (cento in più rispetto al 2013) erogati alle famiglie per oltre 100 milioni di euro. Per essere vicini all'economia locale, sono state accolte 304 richieste di moratoria, 35 in più rispetto al 2013. A settembre aziende locali hanno beneficiato di un piano di 100 milioni di euro tanto che ad oggi sono oltre 900 le aziende di commercianti, agricoltori, professionisti e artigiani finanziate e molte sono le richieste in fase di valutazione. «Per un territorio così vivace dal punto di vista del commercio internazionale, il sostegno dell'economia passa anche attraverso un servizio Estero molto apprezzato dalle aziende locali che importano ed esportano con successo» ha rilevato Riccardo Corino.

I flussi commerciali esteri intermediati da Banca d'Alba nel 2014 hanno superato gli 1,4 miliardi di euro soprattutto nel settore vitivinicolo, alimentare, tessile, auto motive, informatico e meccanico. Proprio in ragione di questo dinamismo, il servizio Estero propone ora un nuovo servizio on line, ossia un portale che consente alla clientela di scoprire nuovi mercati e trovare nuovi partners locali. Sensibile all'innovazione e ai ritrovati della tecnologia, dal 2014 Banca d'Alba ha creato la propria APP chiamata "Banca d'Alba Mobile" per i servizi di mobile banking. Scaricabile direttamente dagli stores (Apple Store, Android Market, Blackberry App World), attraverso questo nuovo strumento è possibile consultare i movimenti e i saldi e pagare bollettini dal cellulare.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo