Federcontribuenti 2
Economia
Appuntamento

Oggi il convegno annuale di Federcontribuenti

Tra i temi trattati la pace fiscale e la riforma della giustizia. Sarà ospite Claudio Salvagni, avvocato difensore di Massimo Bossetti
E’ in programma oggi (martedì), alle 16.30 nella sala meeting dell’Hotel Aleramo ad Asti, il convegno annuale dell’associazione Federcontribuenti. Sarà l’occasione per analizzare gli effetti economici provocati dalla pandemia e dai rincari delle materie prime, definiti dall’associazione “ultimo tassello di un puzzle distruttivo per famiglie e imprese”, ma ancor più per gettare uno sguardo sul futuro con la nuova Legge di Bilancio e la pace fiscale.

Le parole del direttore generale

“La speranza per l’anno appena conclusosi – sottolinea Vincenzo Tagliareni, direttore generale dell’associazione – era quella di assistere a una lenta ripresa, dopo un periodo contrassegnato dal Covid e dalla chiusura forzata di troppe realtà, locali e non. Intendiamoci, avevamo già preannunciato che i decreti emanati dal Governo e la sospensione temporanea dell’attività dell’Agenzia delle Entrate e Riscossione fossero semplicemente uno specchio per le allodole, ma nel frattempo abbiamo assistito quasi impotenti a un incremento dei prezzi, che ha aggravato ancor più l’incertezza e raso sul lastrico migliaia di privati e partite iva, senza alcun aiuto da parte dello Stato”.
Uno Stato che, secondo il direttore generale, è “incapace di rispondere ai bisogni di un Paese che nel 2023 potrebbe perdere altre 120mila imprese, schiacciate dai costi e dalla carenza di misure, proporzionate alla gravità dell’emergenza da fronteggiare”.

Il libro

“La pace fiscale: opportunità o illusione” sarà quindi uno dei temi trattato dall’ex imprenditore astigiano, anche autore di “Io non sono Stato”, testo autobiografico, nel quale Tagliareni ripercorre la sua personale battaglia contro un sistema “oppressivo e usuraio” e trasformando le sfide in opportunità di crescita personale e professionale.
Il libro, già nella prefazione di Marco Paccagnella, presidente di Federcontribuenti, offre uno spaccato di esistenza comune e accumunante, prendendo le mosse dagli errori giudiziarie e dalle loro vittime. Oltre ai temi fiscali, tra i quali anche gli strumenti a tutela dei contribuenti per contrastare le procedure esecutive, ampio spazio verrà infatti dedicato alla riforma giudiziaria.
“In molteplici occasioni – ha dichiarato Tagliareni mi sono scontrato con il pregiudizio e in ognuna di queste ho ricordato due principi fondamentali: la presunzione di non colpevolezza, prevista dal nostro ordinamento giuridico e dalla Costituzione Italiana e l’erronea, assoluta e assolutista concezione del potere giudiziario come buono e salvifico”.

Ospite l’avvocato Salvagni

Una premessa essenziale, quella del Tagliareni, anche a fronte della partecipazione al convegno di Claudio Salvagni, avvocato difensore di Massimo Bossetti. Un processo tra scienza, diritto e media, oggi nuovamente al centro della cronaca nazionale per i recenti sviluppi legati all’indagine.
Il convegno è organizzato in collaborazione con l’associazione nazionale “Io non sono Stato”, presieduta dallo stesso Tagliareni e volta alla difesa dei cittadini colpiti dalla mala giustizia

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo