Rimborsi alluvione: c’è l’incontro con Boeri
Economia

Rimborsi alluvione: c’è l’incontro con Boeri

Si rimette in moto la delicata macchina dell’ottimismo fra gli imprenditori alluvionati del 1994 che attendono il riconoscimento dei rimborsi previdenziali

Si rimette in moto la delicata macchina dell’ottimismo fra gli imprenditori alluvionati del 1994 che attendono il riconoscimento dei rimborsi previdenziali. Due i fronti dai quali arrivano delle timide buone notizie. Il primo è quello giudiziario.

Dopo un lungo periodo di stasi delle sentenze dei processi che vedono contrapporsi l’Inps alle imprese (in attesa della risposta dell’Unione Europea sulla regolarità o meno dello “sconto” concesso all’epoca dallo Stato Italiano alle imprese colpite dall’inondazione), i processi di secondo grado sono ripartiti ed è arrivata una prima sentenza nuovamente favorevole agli alluvionati.

Ad annunciarlo è l’avvocato Emilio Sellitti, che segue numerose aziende imbrigliate in questa storia senza fine di burocrazia, politica assente, ritardi e trattamenti preferenziali di alcune regioni rispetto ad altre. L’Inps è stato condannato a rimborsare un’azienda che aveva presentato la richiesta tempestivamente entro i nuovi parametri dettati dalla risoluzione della Commissione Europea. Una buona notizia, visto che le ultime decisioni dei giudici erano state quelle della Corte di Cassazione che aveva respinto tutti i ricorsi degli alluvionati condannando alcuni a restituire i rimborsi già ottenuti in secondo grado.

L’altro fronte che si muove su un cauto otimismo è quello politico-istituzionale.

L’Inps, grande “nemico” di questa battaglia, tende una mano. Presto per parlare di “pace”, ma c’è molta speranza nell’incontro che martedì prossimo si svolgerà a Roma fra il direttivo del Comitato Alluvionati Piemonte e l’Inps, presso la sede nazionale dell’istituto al quale parteciperà il presidente Tito Boeri, la direttrice centrale Maria Sandra Petrotta e una delegazione dell’Associazione Commercianti Albesi guidata dal direttore Fabrizio Pace oltre all’avvocato Ernestina Pollarolo.

L’appuntamento è stato preso dall’onorevole Mariano Rabino, parlamentare albese, che aveva preso l’impegno a contattare il presidente Boeri nel corso dell’assemblea degli alluvionati tenutasi ad Asti a fine maggio.

La delegazione di imprese alluvionate chiederà un intervento normativo definitivo e risolutivo concordato con Inps e Inail per risolvere la questione che si trascina dietro da molti anni. Verrà inoltre chiesta la sospensione o il congelamento per qualche settimana o mese delle numerose ingiunzioni di pagamento già inoltrate dai due Enti alle aziende.

Daniela Peira

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo