La Nuova Provincia > Tempo libero > Domenica torna la Fiera di primavera
Tempo liberoAsti -

Domenica torna la Fiera di primavera

Il centro città sarà invaso da circa 300 bancarelle di tutti i generi - In piazza Alfieri spazio all'intrattenimento per i bambini

Fiera di primavera

Domenica 7 aprile il centro di Asti sarà invaso dalle bancarelle della Fiera di primavera, organizzata dal consorzio Euro F.I.V.A Duemila.
In programma dal mattino fino al tramonto, il tradizionale appuntamento si terrà nella stessa area degli anni precedenti. Le bancarelle saranno infatti collocate in corso Dante (nel tratto compreso tra piazza Alfieri e via Massimo d’Azeglio), corso Alfieri (da piazza Alfieri a via Bocca) e poi in via Rossini, viale alla Vittoria (da via Calosso a piazza Alfieri) e, infine, lungo l’anello di piazza Alfieri e in piazza Libertà.
Complessivamente saranno presenti circa 300 commercianti provenienti dal Centro e Nord Italia. Passeggiando tra le bancarelle, si potranno acquistare i più diversi articoli merceologici: dall’abbigliamento all’arredo, dai prodotti per la cucina alla biancheria per la casa, dalla pelletteria alla bigiotteria. Immancabili gli stand dedicati all’agroalimentare, tra cui i banchetti che proporranno la porchetta e prodotti tipici ideali per una sosta golosa durante lo shopping.

Agroalimentare e giochi per bambini

In particolare l’area sotto i Portici Anfossi di piazza Alfieri sarà dedicata all’agroalimentare con specialità tipiche – dolci e salate – proposte da aziende agricole locali e provenienti da altre regioni.
Inoltre in piazza Alfieri, oltre all’intrattenimento per bambini (garantito da giochi come, per esempio, gonfiabili e tappeti elastici) vi sarà sia uno spazio espositivo dedicato ai concessionari auto, che coglieranno l’occasione per proporre le ultime novità delle case automobilistiche, sia uno spazio dedicato alla Pro loco di Canelli che proporrà la famosa farinata, meglio conosciuta sul territorio come “belecauda”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente