La Nuova Provincia > Cultura e spettacoli > “La scuola delle scimmie”, un dialogo tra epoche lontane partendo dalla teoria di Darwin

“La scuola delle scimmie”, un dialogo tra epoche lontane partendo dalla teoria di Darwin

Stasera allo Spazio Kor lo spettacolo teatrale scritto e diretto da Bruno Fornasari

La scuola delle scimmie

Stasera (venerdì) la stagione teatrale dell’Alfieri farà tappa allo Spazio Kor di piazza San Giuseppe, dove alle 21 andrà in scena “La scuola delle scimmie“.
Lo spettacolo, scritto e diretto da Bruno Fornasari, vedrà sul palco Tommaso Amadio, Emanuele Arrigazzi, Luigi Aquilino, Sara Bertelà, Silvia Lorenzo, Camilla Pistorello e Giancarlo Previati, per una produzione del Teatro Filodrammatici di Milano.

Lo spettacolo

Lo spettacolo propone un dialogo tra epoche e luoghi lontani.
Le prime coordinate sono: Stati Uniti – precisamente Stato del Tennessee – 1925. John Thomas Scopes, professore supplente di Biologia, viene processato per aver violato una legge che vieta l’insegnamento della teoria darwiniana a scuola.
Le seconde sono: Italia – 2015. Un professore di Scienze naturali torna ad insegnare nel suo quartiere di origine. Le difficoltà di integrazione sono il principale problema della scuola di periferia in cui si trova ad operare e il rischio di radicalizzazione delle differenze tra le varie etnie e culture è una bomba dalla miccia molto corta e infiammabile. Egli stesso ha perso un fratello che, convertitosi all’Islam, è partito per combattere la sua guerra santa, scomparendo. Il senso di responsabilità e il vuoto lasciato da quella perdita lo spingono a cercare di educare i ragazzi alla scienza come anticorpo del fanatismo religioso.
Insomma, un dialogo tra due epoche lontane nel tempo, ma in realtà più vicine di quanto si immagini, messe a confronto da Fornasari con la cifra stilistica che contraddistingue la sua scrittura, sempre ironicamente sagace e pungente.
Le vicende raccontate nello spettacolo sono inventate, ma prendono spunto da tre fatti realmente accaduti.
Il primo, avvenuto nel 1925 nel Tennessee, è appunto il “Processo della scimmia”. Un processo che vedeva il professor John Scopes accusato di aver violato il Butler Act, una legge che vietava l’insegnamento della teoria di Darwin nelle scuole dello stato. Il processo è stato sfruttato da alcuni abitanti per procurare soldi e dare grande visibilità a una cittadina, prima di allora, totalmente sconosciuta.
Il secondo si rifà al 2004, quando in Italia la Gazzetta Ufficiale si preparava a pubblicare le “Indicazioni nazionali per i piani di studio personalizzati nella scuola secondaria di primo grado” dai quali era sparito l’insegnamento dell’Evoluzione di Darwin. Gli scienziati riuniti per il “Darwin day” di Milano scrissero al Ministro Moratti per chiedere chiarimenti.
Il terzo fatto è avvenuto nel 2013, quando il primo foreign fighter italiano è stato ucciso in Siria.

Biglietti

Biglietti: 20 euro (ridotto 15 euro per possessori della Kor Card e della tessera plus Biblioteca Astense).
Per informazioni e prenotazioni rivolgersi alla biglietteria del Teatro Alfieri (0141/399057) aperta oggi (venerdì), dalle 10.30 alle 16.30 e dalle 19 alle 21 presso lo Spazio Kor.

Clicca qui per ulteriori informazioni sulla stagione teatrale 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente