La Nuova Provincia > Cultura e spettacoli > Porte aperte in tre palazzi cittadini ricchi di opere d’arte
Cultura e spettacoli, Tempo liberoAsti -

Porte aperte in tre palazzi cittadini ricchi di opere d’arte

Sabato visite guidate gratuite a Palazzo Mazzetti e nelle sedi di Banca di Asti e Fondazione CrAsti

Invito a Palazzo

Domani (sabato) le banche e le fondazioni di origine bancaria promuoveranno la visita dei loro palazzi e delle collezioni d’arte permanenti che vi sono contenute. L’iniziativa, chiamata “Invito a Palazzo”, è promossa da ABI in collaborazione con ACRI.
Ad Asti saranno aperti al pubblico e visitabili gratuitamente, dalle 10 alle 19, la sede della Banca di Asti, in piazza Libertà 23; la sede della Fondazione Cassa di Risparmio di Asti, in corso Alfieri 326, e la collezione permanente di Palazzo Mazzetti, in corso Alfieri 357.

In piazza Libertà

Nel palazzo di piazza Libertà sarà possibile ammirare le opere che costituiscono la collezione d’arte dell’azienda di credito astigiana, che comprende una significativa sezione di pittori contemporanei, fra i quali molti legati al territorio. Fra quelle più pregiate spiccano due opere di Gandolfino da Roreto, una pala di Guala, dipinti attribuiti alla scuola del Caccia.
Particolarmente rappresentativa la sezione dedicata allo scenografo astigiano Eugenio Guglielminetti. Sono poi presenti opere di più recente acquisizione e nove opere dell’artista astigiana Federica Oddone (in arte Feofeo).
Le visite saranno continue, guidate da dipendenti della banca.

La sede della Fondazione CrAsti

Nel palazzo di corso Alfieri sarà possibile ammirare le sale ristrutturate e riccamente decorate con stucchi ed affreschi, oltre alla pregiata collezione di opere d’arte e monete antiche. Fra queste, di particolare pregio la tavola Madonna col Bambino ed Angeli e la Pala Madonna di Loreto e Santi Secondo e Calocero di Gandolfino d’Asti (o da Roreto). Sarà l’occasione anche per ammirare alcuni arazzi, di cui due dell’Arazzeria Scassa.
Le visite partiranno ogni ora, guidate da studenti del liceo artistico Benedetto Alfieri a dai dipendenti dell’Ente.

Palazzo Mazzetti

Infine nelle sale di Palazzo Mazzetti, di proprietà della Fondazione Cassa di Risparmio di Asti, il pubblico potrà ammirare diverse opere, tra cui la collezione orientale di manufatti cinesi e giapponesi, la collezione Gerbo di tessuti antichi, la collezione di microsculture del Bonzanigo, la collezione delle opere di Michelangelo Pittatore e quella di arte contemporanea.
Le visite partiranno ad orari prestabiliti (10, 11.30, 13, 15, 16.30, 17.30) e saranno guidate da studenti del liceo classico Vittorio Alfieri.
Per informazioni: 0141/393258 (Banca di Asti), 0141/592730 (Fondazione CrAsti) oppure 0141/530403 (Palazzo Mazzetti).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente