La Nuova Provincia > Food > Barbera sempre più pop e social: una “rossa” che piace ai giovani
FoodAsti -

Barbera sempre più pop e social: una “rossa” che piace ai giovani

Se ce ne fosse ancora stato bisogno, il Vinitaly ha consacrato la Barbera come uno dei vini più pop e social del momento

La Barbera è uno dei vini più pop e social del momento

Se ce ne fosse ancora stato bisogno, il Vinitaly ha consacrato la Barbera come uno dei vini più pop e social del momento.

Un momento decisamente magico in cui i produttori raccolgono i frutti di scelte coraggiose, di investimenti visionari e di importanti passi avanti fatti nell’affinamento della qualità. Oltre ad un buon lavoro di comunicazione e promozione del Consorzio che porta il suo nome.

«Siamo tornati da Verona con molte conferme sulla bontà della direzione che abbiamo intrapreso – conferma Filippo Mobrici, presidente del Consorzio Barbera d’Asti e vini del Monferrato – L’intero “mondo Barbera” piace e, soprattutto, riesce ad avvicinare i giovani ad un vino che non avrebbe, sulla carta, le caratteristiche proprie di un prodotto per palati ancora acerbi».

Per il Consorzio e i produttori non c’è gioia più grande di vedere dei ragazzi che, seduti ad un tavolino del bar, ordinano un bicchiere di Barbera come aperitivo.

«E’ la rivincita di chi ha sempre creduto nella Barbera, anche nei momenti difficili. Avevamo quasi perso una generazione di consumatori e oggi l’abbiamo recuperata affiancandola ai consumatori del futuro».

Un altro dato di forte popolarità della Barbera arriva da un numero sempre maggiore di servizi giornalistici e narrazioni turistiche su canali non prettamente specializzati che confermano una diffusione massiva del fascino della “rossa” astigiana.

Un appeal verso i giovani che non si misura solo al bar o al ristorante al momento di ordinare una bottiglia, ma anche nelle scelte di investimento e di futuro di molti giovani.

In tanti, dunque, hanno scelto di tornare alle origini, di riprendere in mano le cascine e i vigneti dei nonni e, con gli opportuni accorgimenti di modernizzazione, imparare a produrre vino.

Le vigne di Barbera, pur essendo ancora a prezzi “abbordabili” sono sempre più ricercate da investitori italiani e stranieri e, come rivincita storica, anche da molti imprenditori vinicoli albesi.

Dunque non resta che cavalcare questo momento felice della Barbera e lavorare per mettere a sistema una filiera che segna la rinascita di molti territori collinari astigiani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente