La Nuova Provincia > Food > Beve vino un italiano su due: quale fetta di mercato occupa il Moscato
Food Asti -

Beve vino un italiano su due: quale fetta di mercato occupa il Moscato

Gli italiani sono un popolo particolarmente affezionato al vino, tanto da avere pochi rivali sia nel campo della produzione, sia per quanto concerne il consumo

Gli italiani sono un popolo particolarmente affezionato al vino, tanto da avere pochi rivali sia nel campo della produzione, sia per quanto concerne il consumo. Certo, va anche detto che non tutti i vini sono uguali e che certe etichette conquistano una fetta di mercato più ampia di altre. Perché sono migliori, uniche nel loro genere e possono contare su un forte apprezzamento da parte dei consumatori, oltre che su una storia e una tradizione molto importanti. In questa lista non si può non citare il Moscato, un vino consumato prevalentemente nel periodo natalizio, ma che in realtà può deliziare il palato in ogni stagione o mese dell’anno. Vediamo quindi di capire meglio che consumo fanno gli italiani del vino e che posto occupa il Moscato, ora protagonista del nuovo programma dello chef Alessandro Borghese.

Gli italiani e il consumo di vino: il report del 2020

Quanto e quale vino consumano gli italiani? La risposta si trova all’interno del report “Italy Wine Landscapes 2020” realizzato da Wine Intelligence. All’interno delle pagine di questo rapporto sono raccolti diversi numeri e dati interessanti, riguardanti ovviamente anche il Moscato. Stando alle rilevazioni, difatti, questo vino è fra le etichette più conosciute in Italia, con una percentuale pari al 38%, mentre le vendite hanno retto bene anche durante il periodo di quarantena. Secondo la ricerca, in Italia il consumo di vino riguarda più di un adulto su due con almeno un bicchiere a settimana, mentre un consumatore di vino su tre lo beve quasi quotidianamente. I canali di vendita più battuti restano i supermercati e gli ipermercati, oltre ai negozi specializzati come le enoteche e ora anche il web. Il canale digitale oramai è diventato quasi un must per gli appassionati di vini: il 14% dei consumatori acquista su internet le proprie bottiglie preferite, mentre sale al 40% il numero di quanti pensano di fare acquisti online in futuro. Internet ha infatti visto crescere l’offerta di prodotti di qualità, come il vino Moscato su Tannico per esempio, un’enoteca online ricca di prodotti di qualità. Gli e-commerce di settore, durante il lockdown, hanno assistito a un aumento delle vendite soprattutto per opera di consumatori maschi giovani, perlopiù tra i 18 ed i 44 anni, appassionati di vini e desiderosi di provare nuove etichette.

Il rilancio del Moscato ad opera dello chef Borghese

In questo contesto, si assiste anche a un tentativo di promuovere il Moscato rendendolo protagonista della trasmissione dello chef Alessandro Borghese “Kitchen Sound”, in onda su NOW TV. Oggi quindi, uno dei vini più amati dagli italiani incontra uno chef emergente molto apprezzato dal grande pubblico. Si tratta di una perfetta comunione di intenti, che vedrà lo chef Borghese impegnato nella mission di valorizzare la cultura enogastronomica italiana. Questa collaborazione promette dunque di catapultare sul grande schermo un vino che, più di molti altri, incarna lo spirito delle tradizioni tricolori. E verrà promosso da Alessandro Borghese, un volto giovane perfetto per un settore vitivinicolo che oggi viene portato sempre più spesso avanti da giovani.

In conclusione, in materia di vino, l’Italia non resta indietro e prova a dare nuova vita a un settore che si rivela molto proficuo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente