La Nuova Provincia > Salute e green > Asl di Asti: se ne vanno direttore generale, tre primari e due dirigenti
Salute e greenAsti -

Asl di Asti: se ne vanno direttore generale, tre primari e due dirigenti

Alparone ha accettato altro incarico a Monza: lo sostituisce Gloria Chiozza. In pensione Testore, Cesarani, Iraldi, Francesconi e Gerbi

Turn over

Un inizio anno con tanti addii all’Asl e all’ospedale di Asti. A partire da direttore generale Mario Alparone, che nonostante fosse ad Asti da appena sette mesi, dal primo gennaio è in servizio all’Asl di Monza. Al suo posto la reggenza è stata affidata al direttore sanitario Gloria Chiozza, ora facente funzione con un incarico temporaneo che, per legge, non può superare i 2 mesi. Nel frattempo la Regione Piemonte dovrà nominare un nuovo direttore generale oppure un commissario straordinario.

In pensione Testore, Cesarani e Iraldi

Con lo scoccare della mezzanotte del 31 dicembre sono state anche numerose le sedie da primario che si sono liberate, prevalentemente per raggiungimento dell’età pensionabile. A partire da quella del dottor Franco Testore, noto e amato primario di Oncologia. Al suo posto è il dottor Valter Saracco a reggere il reparto in attesa dell’arrivo, previsto per il primo febbraio del dottor Marcello Tucci vincitore del concorso conclusosi a dicembre. Avvicendamento anche alla Radiodiagnostica, con la partenza del dottor Federico Cesarani. Oggi il reparto è guidato dal dottor Riccardo Scognamiglio in attesa dei colloqui di selezione. In pubblicazione il bando per sostituire anche il primario di Geriatria, il dottor Graziano Iraldi; il reparto ora è retto dalla dottoressa Laura Norelli in attesa del successore.

Lasciano anche Francesconi e Gerbi

Cambio anche in altri uffici apicali dell’Asl: in pensione il dottor Marcello Francesconi, direttore di Distretto: in pubblicazione il bando per sostituirlo. Intanto le sue veci le fa il dottor Gianfranco Masoero. Via anche il dottor Roberto Gerbi, direttore sanitario di presidio. La dottoressa Roberta Broda lo sostituisce fino al 14 gennaio quando entrerà in servizio la dottoressa Tiziana Ferraris.

Un Commento

  • paola ha detto:

    che tristezza i migliori vanno via ……anche se loro non vedevano l’ora magari di andare in pensione ….. speriamo in bene …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente