La Nuova Provincia > Senza categoria > Villanova: Ousman, una laurea che sa tanto di riscatto
Senza categoria Villafranca - Villanova -

Villanova: Ousman, una laurea che sa tanto di riscatto

Il giovane arrivò in italia dal Gambia nel 2014 su un barcone

Perseguitato politico

Si è laureato nei giorni scorsi Ousman Fanneh, notizia che di per sé potrebbe anche passare inosservata, se non fosse che questo ragazzo di origini gambiane, oggi residente a Villanova con la moglie Roberta Margari, figlia dell’assessore alla viabilità Giuliano Margari, è arrivato nel maggio 2014 in Italia su un barcone, in fuga dal suo paese in quanto perseguitato politico e alla ricerca di un futuro migliore, che proprio ad Asti e a Villanova è riuscito a trovare.

Personalità e voglia di riscatto

Forte di una personalità fuori dal comune e di una grandissima volontà di riscatto, ragazzo sensibile e intelligente, era sin da subito entrato nelle file della Caritas come mediatore linguistico per i tanti gambiani che come lui stavano arrivando dalle nostre parti, ma già nel 2016 aveva dimostrato, con un gesto salito all’onore delle cronache locali, anche di quale pasta morale fosse fatto, ritrovando ad Asti un borsello con ben 1.195 euro in contanti, carte di credito e bancomat, che sicuramente potevano fargli molto comodo, ma che non essendo soldi suoi, come disse ai giornalisti e ai Carabinieri, si affrettò invece subito a riconsegnare al legittimo proprietario.

Gratitudine

«L’Italia è il Paese che mi ha accolto e io voglio lavorare qui e costruirmi una vita qui» – disse all’epoca, ed è proprio quello che ha fatto. Nel luglio 2018 si è sposato con la villanovese Roberta Margari e lo stesso anno, in coppia con la suocera Maria Baiotto, oggi insegnante in pensione ma strambottista in lingua piemontese e da anni protagonista della festa di San Isidoro, proprio Ousman è stato il primo strambottista di colore a salire sul carro della festa patronale di Villanova. In un piemontese più che accettabile ha declamato alcuni strambotti scritti a quattro mani con la mamma della sua Roberta, stupendo i presenti e ricevendo gli elogi degli strambottisti presenti. Con la laurea in Lingue e Culture dell’Asia e dell’Africa, ottenuta nei giorni scorsi presso l’Università degli Studi di Torino (Arabo e Spagnolo le lingue studiate) e il nuovo lavoro intrapreso a marzo presso una società di mediazione linguistica, il dott. Ousman Fanneh potrebbe anche dire di avercela fatta, ma siamo sicuri che la sua storia vedrà altri traguardi di soddisfazione, per lui e per le persone che nel frattempo sono diventate la sua nuova famiglia.

Nella foto: Ousman Fanneh con i suoceri Maria Baiotto e Giuliano Margari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente