Cerca
Close this search box.
Motori
Motori

Il passaggio della 1000 Miglia nell’Astigiano

Ben 435 automobili sfileranno sotto la bandiera a scacchi offrendo al pubblico una panoramica sulla storia dell’automobilismo sportivo nella sua completezza

L’edizione 2024 della 1000 Miglia è partita martedì da Brescia. Un’edizione che presenta alcune novità. Infatti dopo anni si presenta con un inedito percorso ridisegnando il suo itinerario abituale: le vetture punteranno verso ovest toccando il Piemonte e la Liguria invece dell’abituale inizio sulle strade venete.

Dalla pedana di partenza in Viale Venezia a Brescia le iconiche vetture storiche transitando da Bergamo, Novara e Vercelli sono giunte a Torino per il primo traguardo di tappa. Nelle sue edizioni sportive, la 1000 Miglia transitò sotto la Mole nel 1947 e nel 1948. Dopo il passaggio dello scorso anno da Asti e il transito sulle strade dell’Astigiano, quest’anno, su iniziativa dell’Automobile Club Torino, la 1000 Miglia, ha fatto tappa in riva al Po. Ben 435 automobili a sfilare sotto la bandiera a scacchi offrendo al pubblico una panoramica sulla storia dell’automobilismo sportivo nella sua completezza. Presenti 120 Ferrari, che anticiperanno la carovana delle storiche. Ci saranno anche 20 auto elettriche e un prototipo a guida autonoma.

Ripartita dal Palavela alle ore 5,45 di stamane, il convoglio è sceso verso sud, attraversando le nostre zone (Villanova, Ferrere, San Damiano, San Martino Alfieri, Costigliole, Nizza), attraversando il centro di Acqui Terme per poi fare rotta verso Genova, Capitale Europea dello Sport 2024 e sede del primo pranzo di gara.

Nell’occasione prevista una gara cronometrata tra i territori di Castel Boglione e Fontanile.

Dopo la sosta, la gara si lascerà alle spalle la Riviera di Levante e in direzione della costa tirrenica giungerà a Viareggio, sede dell’arrivo della seconda giornata di gara. La terza tappa si concluderà a Roma e la quarta a Bologna. L’ultima tappa punta verso nord prima della classica passerella in Viale Venezia a Brescia (FOTO AUGUSTO FRANCO).

 

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Le principali notizie di Asti e provincia direttamente su WhatsApp. Iscriviti al canale gratuito de La Nuova Provincia cliccando sul seguente link

Scopri inoltre:

Edizione digitale