eti
Sport e Palio

Il 5 marzo “El Chapo” difenderà il tricolore ad Asti contro Mastromarino

Torna nel 2021 il grande pugilato al Pala Errebi: l’imbattuto campione della Skull affronta un match cruciale per la carriera

Il 5 marzo “El Chapo” difenderà il tricolore ad Asti contro Mastromarino

Una grande notizia per il movimento sportivo astigiano. Venerdì 5 marzo torna in città il grande pugilato, dopo l’evento del febbraio scorso che ha avuto quale “main event” l’incontro per il vacante titolo italiano dei pesi medi tra Etinosa Oliha e Carlo De Novellis. Nei giorni scorsi è stato ufficializzato il match tra “El Chapo” e Francesco Lezzi, pugile barese con un “cartellino” negativo (12 vittorie, 16 sconfitte e 2 pareggi) ma che ha già disputato due match per il tricolore, che andrà in scena il 5 dicembre a Brescia e che non vedrà in palio la cintura tricolore conquistata proprio dall’astigiano pochi mesi fa. Sarà però un gustoso antipasto del grande evento del 2021, quando Oliha difenderà il titolo al Pala Errebi di Asti contro il forte atleta romano Fabio Mastromarino. Se l’incontro che andrà in scena tra due settimane vede “Eti” ampiamente favorito (vietato però abbassare la guardia), certamente il match di marzo rappresenta un crocevia importante: un avversario tosto, la possibilità di restare imbattuto e di vincere ancora “in casa”, lo scenario di una possibile sfida internazionale all’orizzonte in caso di ulteriore affermazione sono tutte molle motivazionali importanti per il talento classe 1998 della Skull Boxe, che nei giorni scorsi è stato prezioso testimonial della campagna contro la violenza sulle donne in piazza Roma.
La Boxe Loreni, promotrice dell’evento, si è aggiudicata l’asta per organizzare il match per il titolo di inizio anno: la data scelta è quella di venerdì 5 marzo, durante la quale si alterneranno in città grandi stelle del ring, come accaduto a inizio 2020. Oltre a Oliha potrebbe scattare l’ora dell’esordio tra i professionisti per un altro atleta astigiano: Jurgen Mullai e Rafael Mendes sono i due candidati forti a dividere il ring con “El Chapo”, che sarà certamente protagonista del “main event” di una card di lusso. Etinosa Oliha vanta sinora un record tra i professionisti di undici match vinti, di cui cinque per ko, nessun pari e nessuna sconfitta. Tra i suoi successi più prestigiosi la conquista della cintura italiana WBC (italiano giovanile), il titolo tricolore dei pesi medi (di cui è detentore dal febbraio) e la difesa della cintura, avventura ad agosto scorso, in trasferta contro Andrea Roncon Junior. Al cospetto dell’imbattuto campione astigiano si presenterà a marzo un antagonista agguerrito e di qualità: Fabio Mastromarino ha un cartellino quasi perfetto (8 successi, un pareggio, una sconfitta), e ha perso solamente contro Etinosa ai punti nel match per la cintura WBC Italia, un incontro che lo stesso allievo della Skull ha definito “il più difficile finora in carriera”.
«Siamo coscienti che sarà un incontro durissimo – ammette l’allenatore e anima della Skull Boxe Asti Davide Greguoldo – Mastromarino è giovane e ha abilità indubbie, inoltre arriva ad Asti con il dente avvelenato dopo la sconfitta precedente. Dovremo prepararci al meglio, ma prima è fondamentale vincere a dicembre contro Lezzi».

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo

Per la tua pubblicità su
la nuova provincia

Agenzia Publiarco
chiama il n. 0141 593210
oppure invia una mail